© Ag2r La Mondiale

Tour du Haut-Var 2019, Bardet: “La forma è lontana dall’essere ottimale”

Primi segnali per Romain Bardet nella seconda tappa del Tour du Haut-Var 2019. Il capitano dell’Ag2r La Mondiale ha infatti concluso terzo nell’arrivo in salita di Mons, non riuscendo a trovare la stoccata vincente nella volata finale di una decina di corridori, con Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) e Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) che sono riusciti a precederlo. Per il forte corridore francese si trattava comunque della prima uscita stagionale ed è abbastanza comprensibile che le sensazioni non siano ancora quelle desiderate.

“Nel finale ero con Vuillermoz, volevo lanciargli la volata ma il finale era molto tortuoso e ci siamo un po’ persi – ammette il tre volte vincitore di tappa al Tour de France – Peccato, perché negli ultimi 200 metri è stata una lotteria. Ciccone è stato veramente forte, mentre noi siamo ancora in fase di rodaggio”.

Margine per crescere, comunque, ce n’è ancora molto: “Sono contento delle mie sensazioni anche se la forma è lontana dall’essere ottimale. Sto facendo dei buoni sforzi che mi serviranno per il futuro. Domani (oggi, ndr) scoprirò il Mont Faron e farò del mio meglio. È l’unica cosa che posso chiedere ad una corsa di preparazione”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.