Paris-Chauny 2022, spunto vincente di Simone Consonni! Battuto Dylan Groenewegen al fotofinish

È Simone Consonni il vincitore della Paris-Chauny 2022. Il corridore della Cofidis si è imposto in volata nell’edizione del centenario della corsa transalpina, tornando così ad alzare le braccia al cielo dopo più di quattro anni dal suo unico successo tra i professionisti, una tappa al Giro di Slovenia 2018. L’azzurro ha resistito per questione di centimetri (tanto che è servito il fotofinish per stabilire il vincitore) alla rimonta di Dylan Groenewegen (Team BikeExchange-Jayco), che è riuscito a trovare spazio per sprintare solo negli ultimi metri. Il podio di giornata viene completato da Jason Tesson (St Michel-Auber93), mentre in top-10 è da segnalare il piazzamento di un altro azzurro, Luca Mozzato (B&B Hotels-KTM), che ha chiuso all’ottavo posto.

La corsa ha vissuto per tanti chilometri sull’azione di quattro corridori, Ludovic Robeet (Bingoal Pauwels Sauces WB), Clément Carisey (Go Sport-Roubaix Lille Metropole), Rune Herregodts (Sport Vlaanderen-Baloise) e Jorre Debaele (Minerva Cycling Team). Questi attaccanti sono riusciti ad accumulare un vantaggio che, a metà gara, era ancora di 2’20” sul gruppo, che in seguito ha iniziato pian piano a recuperare terreno grazie al lavoro delle squadre dei favoriti, in particolare BikeExchange-Jayco, Alpecin-Deceuninck e Groupama-FDJ. Ai -60 dalla conclusione, quindi, il margine dei battistrada scende sotto al minuto, e dal plotone alcuni corridori provano ad accelerare per tentare di movimentare la situazione, ma tutti gli attacchi vengono neutralizzati.

Davanti, invece, qualche chilometro più tardi Herregodts e Robeet staccano Debaele e Carisey, iniziando l’ultimo giro del circuito finale con ancora 30″ di margine sul gruppo. I due tornano a guadagnare entrando negli ultimi 30 chilometri, ma presto Herregodts rimane da solo in testa alla corsa con soli 20″ di vantaggio sugli inseguitori. L’avventura dell’ultimo superstite della fuga di giornata dura fino ai -15 dal traguardo, con il belga che viene riassorbito in seguito ad alcuni attacchi su una delle ultime asperità del tracciato.

Nonostante le varie accelerazioni, però, il gruppo si mantiene compatto, e nemmeno un tentativo di Anthony Turgis (TotalEnergies), ripreso a 4000 metri dall’arrivo, può impedire la volata, alla quale tuttavia non partecipa Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck), fermato da un problema meccanico. L’Ag2r Citroen prende in mano la situazione poco prima dell’ultimo chilometro per lanciare Marc Sarreau, ma ai -700 dal traguardo passa davanti la Cofidis per Simone Consonni, che inizia il proprio sprint a poco più di 200 metri dalla conclusione. Nessuno riesce a contrastare il bergamasco, che si vede affiancare solo negli ultimi metri da Dylan Groenewegen (Team BikeExchange-Jayco), rimasto un po’ chiuso (ma in maniera assolutamente regolare) da Sarreau e dall’azzurro; dopo alcuni minuti di attesa, utili alla giuria per visualizzare il fotofinish, il 28enne può così festeggiare il ritorno al successo.

Risultato Paris-Chauny 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button