© Cofidis

Corendon-Circus, prende sempre più forma il fitto calendario WorldTour di Van Der Poel

Tutti vogliono Mathieu van der Poel. Se lo scorso anno la grande attrattiva era Wout Van Aert, quest’anno tocca al suo storico rivale. Con il passaggio alla categoria Professional della sua Corendon – Circus, il campione europeo del ciclocross, argento nella prova su strada, si appresta a sua volta a vivere una stagione di alto livello, con la possibilità di correre le migliori corse al mondo. Tra i suoi obiettivi annunciati c’è indubbiamente la Gand – Wevelgem e recentemente si è aggiunta anche la E3 Harelbeke, ma sono numerose le corse alle quali viene più o meno ufficialmente invitato. Ultime in ordine di tempo la Dwars Door Vlaanderen e la Amstel Gold Race, con gli organizzatori che hanno già anticipato il loro pieno interesse ad averlo al via della corsa.

La prova belga, alla quale parteciperà anche Alejandro Valverde, sembra sostanzialmente certa, mentre per la classica neerlandese ci sono ancora dubbi, anche eventualmente per la possibilità di abbinarla o meno alla Parigi – Roubaix. L’Inferno del Nord è sicuramente una delle prove che più possono strizzare l’occhio e affascinare il fenomeno del ciclocross, che in questi giorni ha infatti confermato che in caso di invito sarebbe ben felice di prendervi parte, così come al Giro delle Fiandre.

Ne uscirebbe così un calendario primaverile di assoluto livello, ma forse anche troppo intenso, soprattutto per un corridore comunque non abituato a questi ritmi e reduce da un inverno di piena attività. Da valutare dunque la possibilità che possa essere anche alla Classica della Birra, che tuttavia essendo la corsa più importante del suo paese, ha, a sua volta, grande fascino sul 23enne. Il direttore di gara Leo Van Vliet ha fatto sapere di essere già pronto a dargli l’invito, ma ancora la situazione è da valutare.

La sua squadra, che vorrebbe preservarlo dal fare troppo e subito, pensa che probabilmente la corsa di Valkenburg sarebbe meglio rispetto alla Monumento francese. Al momento effettivamente, per caratteristiche, un corridore esplosivo come Van Der Poel potrebbe risultare più adatto per la corsa di casa che per la più lunga e dura cavalcata verso Roubaix, che sembra più una prova per potenti passisti. Resta da capire tuttavia cosa ne pensa il diretto interessato.

Nel frattempo il suo esordio su strada sembra previsto alla Omloop Het Nieuwsblad, prima corsa WorldTour europea della stagione (quindi altro invito pronto ad essergli spedito) e tradizionale corsa di apertura del calendario belga. E pare che anche la Strade Bianche ci stia facendo un pensierino (come fu lo scorso anno con il suo grande rivale)…

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.