© Bardiani – CSF – Faizanè & Bettini Photo

Bardiani-CSF-Faizanè, la stagione riparte dallo Sazka Tour

La Bardiani CSF Faizanè torna alle corse allo Sazka Tour 2021. Dopo il sesto sigillo targato Giovanni Lonardi al Tour of Bulgaria ormai un mese fa, la squadra dei Reverberi prosegue la sua caccia alla settima vittoria stagionale in Repubblica Ceca. A disposizione di Roberto Reverberi e Luca Amoriello, che seguiranno in ammiraglia i propri atleti, ci saranno quattro tappe molto interessanti con ben due arrivi in salita. I sette atleti che prenderanno il via per la squadra con sede a Reggio Emilia saranno Johnatan Cañaveral, Giovanni Carboni, Luca Covili, Davide Gabburo, Andrea Garosio, Alessandro Monaco e Filippo Zana.

In una corsa in cui “la seconda e la terza tappa in particolare presentano un dislivello di circa 3.000 metri e un arrivo per scalatori, mentre la quarta frazione un finale mosso e un dislivello di circa 2.500 metri”, grosse speranze sono quindi attribuite a Giovanni Carboni che ci ha lasciato a giugno con un ottavo posto nella classifica generale del Tour of Slovenia, corsa il podio si è composto di nomi importanti come Tadej Pogačar, Diego Ulissi e Matteo Sobrero. Per il ragazzo marchigiano una vittoria coronerebbe nel migliore dei modi questo suo stato di forma, con l’ex Colpack che potrebbe così andare a riscattare la delusione vissuta al Giro d’Italia, quando si è visto sfumare una possibile vittoria di tappa nella frazione di Foggia-Guardia Sanframondi.

Altro profilo interessante è quello del classe 1999 Filippo Zana: il giovane corridore veneto, dopo la prestigiosa vittoria del GP Capodarco 2019 e il conseguente passaggio nel mondo del professionismo, ha mostrato evidenti sprazzi di talento, conquistando la sua prima vittoria tra i professionisti a marzo in Croazia e, dopo pochi mesi, una vittoria di tappa e la classifica generale della Corsa della Pace. Il suo risultato più recente è un ventottesimo posto al Campionato Italiano al termine di un giugno eccezionale che lo ha visto quinto al traguardo – e anche nella generale – nella tappa della Adriatica Ionica Race che prevedeva la scalata del Monte Grappa.

Occhi puntati anche su Davide Gabburo che, insieme a Zana, è l’unico dei sette atleti al via ad aver vinto una corsa in stagione. L’ex Androni – Sidermec infatti ha avuto l’occasione di alzare le braccia al cielo a inizio stagione al GP Alanya in Turchia. Dopo un Giro d’Italia difficile complice la caduta e le difficoltà che ci ha raccontato e la quindicesima posizione nella terza tappa della Adriatica Ionica Race potrebbe ritrovare il giusto colpo di pedale.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.