Trek-Segafredo, arrivano cinque rinnovi di contratto: Tiberi, A. Nibali, Bernard, Lopez, Elissonde

Antonio Tiberi e Antonio Nibali rinnovano i loro contratti con la Trek-Segafredo. Il classe 2001 ha firmato un nuovo contratto fino al 2024, che dimostra la fiducia della compagine americana nei suoi confronti, mentre il siciliano ha firmato per un’ulteriore stagione, che stavolta non correrà in squadra con il fratello Vincenzo, destinato invece a lasciare il team. Il comparto salite della compagine americana però non subirà grandi scossoni, visto che hanno rinnovato con un accordo sino al 2023 anche lo spagnolo Juan Pedro Lopez e i francesi Kenny Elissonde e Julien Bernard. I due azzurri hanno commentato con soddisfazione i nuovi accordi raggiunti.

Si è creata un’importante relazione di fiducia tra me e il team e per un giovane al suo primo anno da professionista questa è la cosa migliore – ha spiegato Tiberi – Qui, ho trovato un ambienti dove posso lavorare tranquillo e senza eccessive pressione, la situazione ideale per crescere e maturare. Il podio finale al Giro di Ungheria è stato il momento più alto della stagione fin qui. Anche se era un obiettivo cercato, l’emozione per il primo podio è stata davvero inaspettata. Per i prossimi anni abbiamo un obiettivo comune con il team: migliorare il livello delle mie prestazione e, di conseguenza, ottenere risultati sempre più ambiziosi. Come gare, sogno di partecipare presto a una Classica o a un GT. Ovviamente, non lo do per scontato, devo guadagnarmelo. Per me questo è il primo obiettivo, il secondo è lasciare il segno”.

Anche Nibali ha commentato il suo rinnovo: “Questi due anni sono letteralmente volati, ma sono serviti per conoscere il team e trovare un ritmo solido. Il 2020 è stato condizionato dalla pandemia, quest’anno invece mi ha consentito di lavorare con più continuità e di dimostrare che merito fiducia per il futuro. La miglior dimostrazione è stata al recente Giro di Vallonia, una corsa che dove siamo riusciti a realizzare un’ottima performance di squadra con il successo di Quinn Simmons. Il team mi ha dato l’opportunità di mettermi in mostra e io non me la sono lasciata sfuggire, contribuendo a una grande prestazione collettiva. L’obiettivo per i prossimi mesi e la prossima stagione è di dare continuità alle mie prestazione, lavorando a supporto dei capitani e anche provando a prendermi qualche soddisfazione personale. Al Giro di Svizzera ci sono andato vicino, quasi vincendo la maglia di miglior scalatore. Spero che avrò opportunità simili in futuro”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *