© Sirotti

Movistar, la decisione dell’UCI su Andrey Amador non prima del nuovo anno

Prosegue lo stallo riguardante il contenzioso tra Movistar e INEOS su Andrey Amador. Il corridore costaricano, sotto contratto con la squadra spagnola fino al 2021, ma assente alla presentazione ufficiale, vorrebbe infatti dimostrare di avere firmato soltanto un pre-contratto per svincolarsi per accasarsi al Team INEOS, con il quale avrebbe a sua volta firmato un altro pre-contratto. Intanto, grazie alla conferma di Carlos Betancur, la Movistar ha raggiunto il numero minimo di 27 corridori per affrontare la stagione 2020, coprendosi così le spalle in caso di risoluzione del contenzioso, attualmente in mano all’UCI, a favore della formazione britannica, la quale non ha intenzione di pagare la clausola rescissoria prevista nel pre-contratto firmato con gli spagnoli.

Le due squadre non si sono mai parlate tra di loro in merito a questa situazione e, secondo quanto appreso da Marca in queste ore, sembra che non verrà presa una decisione in merito prima del nuovo anno, anche perché l’UCI è di fatto in ferie fino al 7 gennaio. Se l’epilogo sarà a favore della Movistar, pare che Eusebio Unzué sia pronto a rinnovare la fiducia a uno dei gregari più affidabili a disposizione.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.