Peter Sagan e Letizia Paternoster leader dei social – Alaphilippe, Van Aert e Roglic fuori dai 10. Nibali (8°) primo italiano. Solo Roubaix meglio di Strade Bianche

Sono Peter Sagan e Letizia Paternoster i ciclisti più popolari. Un’analisi di Cyclingweekly che ha tenuto conto dei follower tra alcuni dei social più popolari (Facebook, Instagram e Twitter) ha rivelato che lo slovacco e l’italiana sono i due atleti più seguiti rispettivamente per il ciclismo maschile e quello femminile. I due insieme non arrivano ai 7.953.108 follower complessivi del Tour de France, che è ovviamente di gran lunga la corsa più seguita, ma vantano comunque una discreta popolarità. Il tre volte campione del mondo, in particolare, guida la classifica degli uomini con 4.445.000 follower complessivi, prendendosi il primato davanti a Rigoberto Uran (3.900.000) e Nairo Quintana (3.700.000).

Il corridore della Bora-hansgrohe guida anche le classifiche parziali dei singoli social su Facebook e Instagram (confermando il risultato di un anno e mezzo fa), mentre non è nemmeno sul podio per quanto riguarda Twitter, dove non arriva al milione di follower a differenza dei quattro che lo precedono in classifica. A guidare questa classifica parziale è infatti Chris Froome, quarto invece a livello complessivo, davanti ancora a Rigoberto Uran, con l’altro britannico Mark Cavendish (quinto a livello complessivo) che chiude il podio davanti a Nairo Quintana.

Il primo degli italiani è Vincenzo Nibali, ottavo con quasi un milione e mezzo di follower complessivi alle spalle anche di Richard Carapaz ed Egan Bernal e davanti a Mathieu van der Poel  e Geraint Thomas che chiudono la top 10 da cui rimangono esclusi Julian Alaphilippe, Primoz Roglic, Wout Van Aert, Remco Evenepoel e Alejandro Valverde, che invece vanno a completare nell’ordine la top 15.

Per quanto riguarda gli italiani, i primi staccattissimi inseguitori di Nibali sono Elia Viviani e il campione del mondo a crono Filippo Ganna, rispettivamente diciottesimo e ventunesimo a 391.000 e 256.300 follower totali. Numeri inferiori anche a quelli di Letizia Paternoster, che è dunque la seconda rappresentate del movimento azzurro sui social, e la prima di tutto il ciclismo femminile con 419.360 follower, che vengono quasi tutti da Facebook e Instagram (solo 4.360 i suoi seguaci su Twitter). Un risultato che piazza l’azzurra al diciottesimo posto complessivo, considerando sia gli uomini che le donne, tra Tadej Pogacar ed Elia Viviani.

Ventesima a livello complessivo è invece Marianne Vos con i suoi oltre 350.000 follower che la piazzano al secondo posto tra le donne, davanti ad Anna Van der Breggen, che chiude il podio a quota 322.300. Come per gli uomini, anche tra le donne la dominatrice assoluta è in testa alle classifiche parziali per quanto riguarda Facebook e Instagram, mentre lo scettro su Twitter va alla vincitrice della prima storica Parigi-Roubaix Lizzie Deignan (quarta a livello complessivo) davanti alla già citata atleta della Jumbo-Visma e ad Annemiek Van Vleuten (quinta a livello complessivo). Per quanto riguarda le altre donne italiane, invece, Elisa Longo Borghini chiude la top 10, mentre Chiara Consonni ed Elisa Balsamo occupano rispettivamente la quindicesima e la sedicesima posizione, anche se la campionessa del mondo è penalizzata in questa graduatoria dal fatto di non avere un profilo Facebook.

 

Per quanto riguarda le gare, sono Giro (2,6 milioni) e Vuelta (1,3 milioni) a completare il podio, davanti alla Parigi-Roubaix (296.604), che si prende dunque lo scettro tra le classiche davanti alla Strade Bianche (200.453), quinta nella classifica complessiva.  Tra i team è invece la Ineos Grenadiers con i suoi 2,9 milioni la regina dei social (guidando, come il Tour, anche le classifiche parziali) seguita dai poco più di 2 milioni della Movistar, con la Trek-Segafredo a chiudere il podio con 1,4 milioni follower.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *