Parigi-Roubaix 2024, rubati blocchi di pavé dal Carrefour de l’Arbre

Mathieu van der Poel e Lotte Kopecky non è stati gli unici a tornare a casa dalla Parigi-Roubaix 2024 con un pavé. Loro sono stati gli unici autorizzati, in realtà anche altri vincitori delle categorie minori e i corridori a podio con versioni più piccole, ma quel che è vergognoso è quanto fatto da alcune persone che diventa difficile definire tifosi o appassionati di ciclismo. Secondo quanto denuncia l’associazione “Les Amis de Paris-Roubaix” (Gli amici della Parigi-Roubaix) che ha come scopo la difesa e la protezione dei settori di pavé, alcune persone si sono portati via interi blocchi di pavé dal settore del Carrefour de l’Arbre, uno dei più iconici della corsa.

Peraltro, oltre a dover constatare il furto c’è stata anche la consueta raccolta dei rifiuti lasciati da chi era sul posto che purtroppo è una costante dei grandi eventi, dalla quale purtroppo il ciclismo non sempre riesce a discostarsi.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio