© Bora-hansgrohe

Parigi-Nizza 2020, un membro dello staff della Bora-hansgrohe ha l’influenza: isolato a scopo precauzionale

Un membro della staff Bora – hansgrohe in isolamento preventivo. Una misura a scopo assolutamente precauzionale annuncia la formazione tedesca al seguito della Parigi – Nizza 2020. La decisione è stata presa in seguito a sintomi di una influenza manifestati nella notte, per i quali il medico sociale ha avvisato il dottore della corsa, seguendo le direttive ufficiali emanate da ASO e da UCI. “Le autorità locali hanno quindi svolto alcuni esami, che hanno dimostrato che il nostro impiegato non mostrava alcun sintomo tipico che poteva indicare che fosse in corso una infezione di COVID-19“, fanno sapere dal team.

Qualcosa di simile era successo ieri con Lawson Craddock, che per un forte mal di testa era stato accompagnato in ambulanza e visitato in ospedale per essere valutato dai medici. Anche nel suo caso erano state escluse possibili sintomatologie compatibili con questa infezione di coronavirus ed era stato pertanto lasciato libero di andare senza problemi. La scelta della squadra di Maximilian Schachmann e Peter Sagan è dunque una propria iniziativa, non richiesta dalle autorità locali o sportive.

La squadra ha comunque deciso di isolare l’impiegato, come ulteriore precauzione, e continueremo a monitorare costantemente la situazione in modo da garantire massima sicurezza a tutte le persone coinvolte“, conclude la nota stampa della squadra teutonica.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.