© Lotto Soudal

Lotto Soudal, il gm John Lelangue: “Niente camp di squadra per il Tour, corridori separati in base agli obiettivi”

La Lotto Soudal si prepara a tornare alla normalità. La formazione belga ha iniziato a prevedere il proprio programma per permettere ai corridori di allenarsi insieme a blocchi, senza mai riunire l’intero team insieme. Già dopo il lockdown il team aveva annunciato che avrebbe diviso il proprio staff e i propri atleti in base agli obiettivi stagionali, senza mai raccogliere l’intero organico in un unico luogo per evitare il rischio di una maggiore diffusione del virus, nel caso in cui qualcuno dovesse diventare positivo. La squadra potrà poi tornare a pagare gli stipendi ai propri dipendenti, che erano stati messi in cassa integrazione nel momento in cui le corse erano state sospese. Come già anticipato all’epoca, gli stipendi torneranno a essere regolarmente pagati con la ripresa del calendario.

“Ora che possiamo tornare ad allenarci, potremo reintegrare tutti” ha promesso John Lelangue, general manager della formazione World Tour, in un’intervista a HLN: “Dall’inizio di luglio rimetteremo sotto contratto i membri dello staff, entro fine luglio tutti lavoreranno come al solito“. Per quanto riguarda gli allenamenti, un gruppo ripartirà domani nelle Fiandre per concentrarsi sulle Ardenne e prepararsi sulle strade del famoso trittico, mentre un altro blocco da venerdì sarà concentrato sulle salite in Vallonia: “Evitiamo di riunire un grande gruppo di ciclisti e personale, per precauzione. Ci atterremo alle nostre decisioni di marzo, subito dopo lo stop. I gruppi vengono creati in base al programma da seguire. Li terremo separati nelle prossime settimane. Non riuniremo certo un grande gruppo di 28 corridori e l’intero staff”.

Il gruppo del Tour de France 2020, che comprende sicuramente Philippe Gilbert, Caleb Ewan, Tim Wellens e John Degenkolb, proseguirà il proprio programma di allenamento in Francia a metà luglio: “Stiamo cercando un posto dove non vanno molti turisti, in cui possiamo avere il nostro alloggio e sala da pranzo. Andremo in montagna nel centro della Francia. Alcuni ciclisti si alleneranno in quota, ma non organizzeremo un camp di squadra. Non abbiamo un uomo di classifica per il Tour. Ewan andrà per gli sprint, mentre Gilbert, Wellens e De Gendt cercheranno di vincere una tappa lungo la strada. Non dovremo combattere sul filo dei secondi ogni giorno. Non abbiamo fatto allenamenti in quota in passato, e non lo faremo adesso“.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.