© UAE Team Emirates / William Cannarella

Giro delle Fiandre 2021, la sfortuna ferma Matteo Trentin: “Ho forato nel momento sbagliato”. Poi si scusa per la bestemmia: “Non sta bene, non risolveva la mia situazione”

Giornata decisamente sfortunata quella di ieri per Matteo Trentin al Giro delle Fiandre 2021. Il corridore della UAE Team Emirates ha infatti forato nel tratto precedente all’ultima scalata dell’Oude Kwaremont, quando mancavano poco meno di trenta chilometri all’arrivo, mentre si trovava con il gruppetto all’inseguimento dei corridori di testa. Un drappello che, alla fine, una volta ripreso Wout Van Aert (Jumbo-Visma) è andato a giocarsi il podio, con Greg Van Avermaet (Ag2r Citroen) e Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) che hanno poi allungato nel finale concludendo rispettivamente terzo e quarto alle spalle del vincitore Kasper Asgreen (Deceuninck-QuickStep) e del secondo classificato Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix).

“Oggi (ieri, ndr) ho forato proprio nel momento sbagliato, quando il gruppo inseguitore era al limite – ha dichiarato l’ex campione europeo – In positivo c’è che la mia condizione è molto buona, ma è comunque abbastanza frustrante“.

Comprensibilmente contrariato per il tempo perso per cambiare la ruota a terra, il 31enne si è lasciato scappare una bestemmia chiaramente sentita durante la diretta televisiva. Dopo la gara, Trentin ha voluto quindi scusarsi per questo con il pubblico tramite un messaggio su Twitter: “Purtroppo a volte l’adrenalina e il nervoso prendono il sopravvento! Bestemmiare non sta bene, non va bene e sicuro non risolveva la mia situazione. Ci sono molti bambini e ragazzi che seguono le corse ed è nostra responsabilità dare il buon esempio! Mi scuso con tutti per l’accaduto”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.