Vuelta a Espana 2021, Magnus Cort vicino ad una nuova impresa: “Dovevo crederci, ma nel finale le gambe erano vuote”

Magnus Cort è andato vicino a compiere un’altra grande impresa alla Vuelta a España 2021. Dopo aver vinto per un soffio la sesta tappa, ieri il danese ci ha riprovato, ma questa volta niente ha potuto contro il ritorno di Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che si è imposto davanti ad Enric Mas con una progressione micidiale. Dopo essersi infilato nella fuga di giornata, il portacolori della EF Education – Nippo, ha comunque avuto il merito di averci creduto fino alla fine, quando nessun altro ci avrebbe scommesso: il gruppo, infatti, non ha mai lasciato agli attaccati più di due minuti di margine.

Ci sono andato vicino, onestamente anche più di quanto pensassi – ha dichiarato ai nostri microfoni il classe 1993 –  Dovevo crederci e ci ho creduto tutto il giorno, anche se non abbiamo mai avuto più di due minuti. Una volta raggiunti i piedi della salita finale, si è trattato di fare una cronometro fino alla fine”.

Per il quattro volte vincitore di tappe alla Vuelta, è stato fatale l’ultimo strappo per arrivare al traguardo di Valdepeñas de Jaén. Come ci ha raccontato, infatti: “Le mie gambe erano abbastanza buone, ma nel finale erano vuote e sfortunatamente non ho avuto le forze rimanenti per l’ultimo ripido strappo fino al traguardo. Il finale era veramente duro e lungo, i primi duecento metri abbastanza veloci, poi era durissimo. Negli ultimi 500 metri penso di esser proprio esploso”.

Uno sforzo brutale nel quale ha provato a gestirsi, ma che lo lascia comunque senza grandi rimpianti: “Non ho potuto fare altro che cercare di recuperare e sperare che gli altri rimanessero dietro, provando a risparmiarmi un po’ per gli ultimi ripidi metri, ma mi hanno superato”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *