© Unipublic / PhotoGomezSport

Vuelta a España 2021, Fabio Aru: “Ho perso qualche secondo, ma continuiamo a sorridere”

Fabio Aru perde secondi, ma non il sorriso al termine della settima frazione della Vuelta a España 2021. Il corridore della Qhubeka Nexthash si è infatti staccato dal gruppo maglia rossa negli ultimi chilometri dell’ascesa conclusiva, arrivando sul traguardo con un ritardo di 30” dal gruppo di Roglic, ma non è troppo preoccupato. Insieme al sardo, infatti, c’erano altri uomini di classifica come Richard Carapaz, Mikel Landa e Giulio Ciccone, segno che non è stato lui l’unico ad andare in difficoltà, anzi, lui continua a provare buone sensazioni, che gli permettono di essere fiducioso per i prossimi giorni.

“Oggi è stata una giornata davvero e dura, sempre ad andare su e giù per 150 chilometri e anche con temperature molto calde – ha spiegato dopo al termine della tappa vinta da Michael Storer –  Ho perso qualche secondo nell’ultima parte della finale, con Landa, Carapaz e Ciccone, ma quello era il mio passo per la salita. Ci attendono ancora molti giorni e le sensazioni sono buone. I GT sono così, un giorno ti senti bene, un giorno magari un po’ meno, ma continuiamo a sorridere

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.