© A.S.O.

Vuelta a España 2021, Adam Yates al primo GT stagionale: “Spero che la maggior freschezza possa fare la differenza nella terza settimana”

Adam Yates spera che il suo approccio possa dargli un vantaggio sui rivali alla Vuelta a España 2021. Il corridore britannico è praticamente l’unico dei big ad essersi preparato per un solo GT in questa stagione e spera che questo possa tradursi in una maggiore brillantezza rispetto a chi ha già corso il Giro o il Tour. Il GT iberico ha anche un altro significato per lui, visto che sarà il primo in maglia Ineos Grenadiers, con la quale ha già avuto modo di esultare in stagione, proprio sulle strade spagnole, alla Volta a Catalunya dello scorso aprile.

“È bello – ha commentato riferendosi all’esordio in un GT con la nuova maglia – Mi sembra di aspettarlo da tantissimo, sono nel team da quasi un anno ed è bello tornare in questi grandi corse. Non vedo l’ora. Mi sono allenato molto e non vedo l’ora di essere nella mischia. Molti hanno l’accoppiata Giro-Vuelta o Tour-Vuelta nel loro programma, non sono molti che fanno solo la Vuelta. Potrebbe succedere che sarò più fresco di tutti e questo potrà fare la differenza nella terza settimana, o almeno è quello che spero“.

Il classe ’92 ha poi parlato delle possibili strategie di squadra in un team che può contare anche su Egan Bernal, Richard Carapaz e Pavel Sivakov: “Abbiamo un team fortissimo. Tanti leader, ma penso che questo ci offra più opzioni. Abbiamo visto negli altri GT di quest’anno che una caduta può far naufragare un team. Quindi avere più opzioni, soprattutto nella prima settimana con il vento e le alte cose che possono andare storte, penso sia sempre una cosa buona”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *