©Photogomez Sport/ASO

Vuelta a España 2019, Miguel Angel Lopez: “Sono ancora in lotta ed è ancora lunga”

Miguel Angel Lopez oggi è stato superato da Primoz Roglic, che partiva dopo di lui, proprio sul finale della cronometro della Vuelta a España 2019. Il corridore della Astana ha perso 2 minuti dallo sloveno e ora si trova con un distacco di 2’11” dalla nuova Maglia Rossa, ma è riuscito a mantenere ancora la Maglia Bianca di miglior giovane davanti al sempre più sorprendente Tadej Pogacar. Il giovane colombiano, che fin’ora ha dimostrato di essere il più forte in montagna, anche se condizionato dalla sfortunata caduta della nona tappa, troverà sicuramente terreno adatto alle sue caratteristiche per provare a salire sul gradino più alto del podio di Madrid.

“Mi sento bene, abbastanza bene. La mia idea era quella di perdere meno di due minuti – ha confessato dopo la fine della cronometro di Pau – e alla fine non è stato possibile perché Roglic mi ha doppiato all’arrivo. Tuttavia, sono felice perché sono ancora in lotta e manca ancora molto. La corsa è piuttosto difficile e grazie a questo è bellissima. Ci sarà ancora molto terreno dove attaccare e dare il 100%. Sia Roglic che Pogacar sono molto forti: sono sicuro che entrambi saranno in lotta fino alla fine”.

 


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *