Tour de France 2022, Fabio Jakobsen: “Erano 15 anni che sognavo questa vittoria! È stato un percorso lunghissimo dopo quella caduta”

Una vittoria e una gioia speciale quella odierna di Fabio Jakobsen al Tour de France 2022. Il velocista della Quick-Step Alpha Vinyl raggiunge oggi quota undici successi stagionali, ma soprattutto ottiene la prima vittoria in carriera alla Grande Boucle, scacciando forse una volta per tutte gli incubi di quella tremenda caduta al Giro di Polonia 2020, che sembrava poter aver segnato la fine della sua carriera. Una lunga convalescenza e un progressivo percorso di crescita che lo hanno visto tornare ai vertici del ciclismo mondiali, ai quali sembrava destinato prima del terribile contatto con Dylan Groenewegen due estati fa.

“Oggi è “incroyable”, come si dice in francese – commenta raggiante dopo l’arrivo – Tornare dall’incidente è stato un percorso lunghissimo, che ho affrontato passo dopo passo. Sono stati in molti ad aiutarmi e questa vittoria la dedico a loro, per ripagarle di tutto quello che hanno fatto per me. Sono felice di avere ancora la possibilità di divertirmi in corsa e di poter ancora vincere dopo quello che è successo due anni fa”.

Si passa poi al racconto del finale, che lo ha visto superare in rimonta Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e Mads Pedersen (Trek-Segafredo): “Michael Morkov mi ha tenuto davanti e mi ha lasciato nella ruota di Wout Van Aert. A quel punto mi sono trovato fianco a fianco con Peter Sagan, ci siamo toccati, ma per fortuna siamo rimasti in piedi e sono riuscito a superare gli altri due. Sono davvero felicissimo di aver vinto. Nel finale le gambe mi facevano male, ma è per questo che ci alleniamo. Erano 15 anni che sognavo questa vittoria e finalmente ci sono riuscito!”

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button