© A.S.O.

Volta a Catalunya 2021, Lennard Kämna vince in solitaria! Adam Yates sempre al comando

Successo in solitaria per Lennard Kämna nella quinta frazione della Volta a Catalunya 2021. Il corridore della Bora – hansgrohe è riuscito a centrare il successo al termine della fuga che ha caratterizzato tutta la tappa e dopo essere partito in discesa negli ultimi 10 chilometri lasciandosi alle spalle gli altri fuggitivi. Secondo posto per Ruben Guerreiro (EF Education-Nippo), giunto a 39 secondi dal tedesco che ha preceduto di pochi secondi Mikel Bizkarra (Euskaltel-Euskadi). Nessun cambiamento in classifica generale, sempre saldamente guidata da Adam Yates (Ineos Grenadiers), con il gruppo giunto sul traguardo a circa 2 minuti dal vincitore.

Le prime fasi di corsa sono scalmanate, con numerosi attacchi che sostanzialmente non fanno che annullarsi. Un ritmo forsennato che prosegue sino ai piedi della prima salita di giornata, alla quale il gruppo si presenta compatto. Anche qui non mancano le accelerazioni, con Sergio Samitier (Movistar) e Dries Devenyns (Deceuninck-QuickStep) che cercano di portare via un tentaivo, ma al GPM si arriva tutti assieme. Nella discesa conseguente sono subito Remi Cavagna (Deceuninck-QuickStep) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious) a lanciarsi subito all’attacco, riuscendo a guadagnare qualche secondo su un gruppo dal quale continuano le accelerazioni. Tra scatti e controscatti si crea un gruppetto di circa 40 corridori alle spalle dei due uomini di testa. I primi a rientrare sulla coppia al comando sono Tymen Arensman (Team DSM) e Ide Schelling (Bora-hansgrohe), mentre il gruppo, condotto dalla Ineos Grenadiers, si rialza e concede oltre due minuti di vantaggio, aggiungendo un altro minuto in vista del primo Traguardo Volante di giornata. Nel mezzo un gruppone composto da Mikel Bizkarra (Euskaltel-Euskadi), David De La Cruz (UAE Team Emirates), Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), Nicolas Edet (Cofidis), Óscar Rodríguez (Astana-Premier Tech), Ruben Guerreiro (EF Education-Nippo), Daniel Martin (Israel Start-Up Nation), Sébastien Reichenbach (Groupama-FDJ), Élie Gesbert (Arkea-Samsic), Steff Cras (Lotto Soudal), Carlos Verona (Movistar), Tanel Kangert (Team BikeExchange), Juan Pedro López (Trek-Segafredo), Ben Zwiehoff (Bora-hansgrohe), James Knox (Deceuninck-QuickStep), Harold Tejada (Astana-Premier Tech), Attila Valter (Groupama-FDJ), Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), Koen Bouwman (Jumbo-Visma), Chris Harper (Jumbo-Visma), Marc Hirschi (UAE Team Emirates), Michael Storer (Team DSM), Daryl Impey (Israel Start-Up Nation), Rigoberto Urán (EF Education-Nippo), Dmitrii Strakhov (GAZ), Dion Smith (Team BikeExchange), Dries Devenyns (Deceuninck-QuickStep), Marc Soler (Movistar), Sergio Samitier (Movistar), François Bidard (ACT), Dario Cataldo (Movistar), Jaakko Hänninen (Ag2r Citroen), Omer Goldstein (Israel Start-Up Nation), Laurent Pichon (Arkea-Samsic), Antonio Jesus Soto (Euskaltel-Euskadi), Vadim Pronskiy (Astana-Premier Tech), Fernando Barceló (Cofidis), Matthieu Ladagnous (Groupama-FDJ), Reinardt Janse Van Rensburg (Qhubeka Assos) e Josef Černý (Deceuninck-QuickStep).

De la Cruz, Goldstein, Jungels e Valter si sono intanto lanciati all’inseguimento della testa della corsa. Alle loro spalle si muove anche Brambilla che però viene ripreso dopo pochi chilometri. A 86 chilometri dall’arrivo si muovono anche Soler e Knox che raggiuntono i quattro all’inseguimento quando ormai hanno soltanto 25 secondi da recuperare. Dopo pochi chilometri infatti i due gruppi si fondo andando a comporre una una nuova testa della corsa composta da dieci uomini con altri 36 a poche decine di secondi. Il ricongiungimento però non avviene e così ai -84 dall’arrivo Cavagna saggia la reazione dei compagni di fuga con uno scatto secco. Questa azione favorisce il ricongiungimento tra gli inseguitori che ora si ritrovano ben in 44 alle spalle del francese che arriva a guadagnare fino quasi due minuti di vantaggio ai piedi del Port de Montserrat. A metà della salita Bizkarra e Reichenbach provano a recuperare terreno e infatti Rémi Cavagna perde molto del suo vantaggio e viene raggiunto in vista del GPM. Alle spalle dei tre è vicinissimo il gruppetto degli inseguitori che si riporta immediatamente su di loro, mentre anche il gruppo principale sembra aver recuperato terreno. Si forma così un gruppo di 23 corridori in testa alla corsa animato da grande bagarre. Provano ad andarsene Carlos Verona (Movistar), Steven Kruijswijk (TJV) e Lennard Kämna (Bora-hansgrohe) che riescono a guadagnare solamente pochi secondi sugli altri attaccanti ma vengono ripresi appena inizia la discesa. Nella discesa veloce caratterizzata da una strada piuttosto larga ci prova ancora Verona. Quando si entra negli ultimi 10 chilometri lo spagnolo viene ripreso e ci prova nuovamente Lennard Kämna. Alle sue spalle non c’è accordo per organizzare l’inseguimento e così il generoso corridore tedesco conquista il successo in solitaria con una quarantina di secondi di vantaggio sugli altri inseguitori.

Risultato Tappa 5 Volta a Catalunya 2021

Classifica Generale Volta a Catalunya 2021

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *