© Sirotti

Vuelta a España 2017, la presentazione del percorso

La Vuelta a España 2017 partirà da Nîmes , in Francia, per concludersi a Madrid. Dal 19 agosto al 10 settembre i corridori si cimenteranno in un percorso duro ed impegnativo con due cronometro, una a squadre che aprirà la corsa ed una individuale a Logroño ad aprire l’ultima settimana, e ben nove arrivi in salita. Verranno percorsi in totale poco più di 3.300 chilometri.

Il primo atto sarà, come ormai da tradizione recente, una cronosquadre che andrà in scena per le strade di Nîmes e che già imporrà i primi distacchi tra i big. La prima tappa in linea sarà quindi un lungo trasferimento da NîmesGruissan (203,4 km), che sarà la prima occasione di visibilità per i velocisti.

Il rientro in Spagna, per forza di cose, impegnerà subito il gruppo sui Pirenei con un traguardo posto nella capitale di Andorra, La Vella (158,5 km). Gli ultimi 50 chilometri saranno corsa vera con le scalate del Coll de la Rabassa (1ª cat., 13,3 km al 6,8%, 15,0% max) e dell’Alto de la Comella (2ª cat., 4,3 km al 8,6%) prima della picchiata di 7,1 chilometri verso il traguardo. Il giorno dopo la corsa si snoderà totalmente in territorio spagnolo con la facile Escaldes-Engordany – Tarragona (198,2 km), antipasto del primo arrivo in salita ad Alcossebre (175,7 km), 3,4 chilometri al 4,2% in grado di sorprendere. Sarà piuttosto movimentata anche la successiva Vila-real – Sagunt (204,4 km), anche se non sarà da escludere uno sprint a ranghi abbastanza compatti. La settima tappa, Llíria – Cuenca (207,0 km), non presenta difficoltà particolari, ma l’Alto del Castillo (3ª cat., 2,0 km al 7,2%) a 11,7 chilometri dal traguardo, unito alla leggera altura, potrebbe scompigliare le carte ai velocisti. Gli uomini di classifica torneranno protagonisti nella Hellín – Xorret de Catí (199,5 km), con il duro strappo dell’Alto Xorret de Catí (1ª cat., 5,0 km al 9,0%, 18,0% max) che terminerà a soli 2,9 chilometri dal traguardo. Le dure pendenze imporranno distacchi pesanti. La prima settimana sarà conclusa dalla Orihuela – Cumbre del Sol/Alto de Puig Llorença (174,0 km), breve arrivo in salita secco in tipico stile Vuelta. I corridori dovranno affrontare, dopo 170 chilometri quasi del tutto pianeggianti, uno strappo impressionante di 4,0 chilometri al 9,1%, con pendenze fino al 21,0%.

La seconda settimana

Dopo il primo giorno di riposo la corsa ripartirà Caravaca de la Cruz per dirigersi a Sud verso l’Andalusia, che ospiterà tutta la seconda settimana di corsa. La decima tappa, che avrà come arbitro il Collado Bermejo (1ª cat., 7,7 km al 6,5%, 8,5% max), arriverà a ElPozo Alimentación (164,8 km) e sarà seguita dalla prima vera tappa di montagna. La Lorca – Observatorio Astronómico de Calar Alto (187,5 km) metterà finalmente sul piatto altitudini importanti con l’Alto de Velefique (13,2 km all’8,6%, 15,0% max) e l’ascesa finale di 15,5 chilometri al 5,9%, con punte al 12,0%. Abbastanza tranquilla, nonostante qualche salita, sarà poi la Motril – Antequera (160,1 km), mentre i velocisti dovrebbero tornare protagonisti nella piatta Coín – Tomares (198,4 km), tredicesima frazione di questa edizione. Le ultime due tappe di questa settimana torneranno a fare sul serio con la Écija – Sierra de la Pandera (175,0 km), arrivo in salita di di 12,0 chilometri al 7,3%, e la Alcalá la Real – Sierra Nevada/Alto Hoya de la Mora (129,4 km), con l’Alto de Hazallanas (1ª cat., 16,3 km al 5,5%, 22,0% max) e poi la lunghissima ascesa finale divisa in Alto del Purche (1ª cat., 8,5 km al 8,0%, 12,0% max) e Alto Hoya de la Mora (Cat. HC, 19,3 km al 5,6%, 10,0% max).

La terza settimana

Nel secondo, e ultimo, giorno di riposo la corsa si sposterà di circa 800 chilometri per raggiungere il nord della Spagna, più precisamente la località di Los Arcos nella comunità autonoma de La Rioja da dove inizierà la terza settimana. Il primo atto sarà la cronometro individuale di Logroño, 40,2 chilometri pianeggianti e poco curvosi dove ci sarà da spingere tantissimo. La crono farà di antipasto ad una due giorni terribile, che si aprirà con l’impegnativo arrivo sull’Alto de Los Machucos (180,5 km), salita di categoria HC lunga 7,2 km con una pendenza media dell’8,7%, e punte del 26,0%. Il 7 settembre, la Suances – Alto de Santo Toribio de Liébana (169,0 km), non prevede salite lunghe, ma 70 chilometri finali senza pianura che si concluderanno con 3,2 chilometri di salita al 6,4%. La diciannovesima tappa, Caso – Gijón (149,7 km), potrebbe poi essere un’occasione di riposo per gli uomini di classifica ma una giornata importante per gli aspiranti fuggitivi. La corsa si deciderà infine il penultimo giorno con la Corvera de Asturias – Alto de L’Angliru (117,5 km), arrivo in salita massacrante di 12,5 chilometri al 9,8%, con massime al 23,5% assente dal 2013 e che nel 2000 incoronò Gilberto Simoni. A chiudere la corsa ci penserà la tradizionale tappa di Madrid (117,6 km) con l’arrivo in notturna nel centro della città.

Il percorso

TUTTE LE ALTIMETRIE

19.08. Tappa 1 (TTT): Nîmes – Nîmes (13,7 km)
20.08. Tappa 2: Nîmes – Gruissan (203,4 km)
21.08. Tappa 3: Prades – Andorra la Vella (158,5 km)
22.08. Tappa 4: Escaldes-Engordany – Tarragona (198,2 km)
23.08. Tappa 5: Benicàssim – Alcossebre (175,7 km)
24.08. Tappa 6: Vila-real – Sagunt (204,4 km)
25.08. Tappa 7: Llíria – Cuenca (207,0 km)
26.08. Tappa 8: Hellín – Xorret de Catí (199,5 km)
27.08. Tappa 9: Orihuela – Cumbre del Sol/Alto de Puig Llorença (174,0 km)
28.08. Riposo: Provincia de Alicante
29.08. Tappa 10: Caravaca de la Cruz – ElPozo Alimentación (164,8 km)
30.08. Tappa 11: Lorca – Observatorio Astronómico de Calar Alto (187,5 km)
31.08. Tappa 12: Motril – Antequera (160,1 km)
01.09. Tappa 13: Coín – Tomares (198,4 km)
02.09. Tappa 14: Écija – Sierra de la Pandera (175,0 km)
03.09. Tappa 15: Alcalá la Real – Sierra Nevada/Alto Hoya de la Mora (129,4 km)
04.09. Riposo: Logroño
05.09. Tappa 16 (ITT): Circuito de Navarra – Logroño (40,2 km)
06.09. Tappa 17: Villadiego – Alto de Los Machucos (180,5 km)
07.09. Tappa 18: Suances – Alto de Santo Toribio de Liébana (169,0 km)
08.09. Tappa 19: Caso – Gijón (149,7 km)
09.09. Tappa 20: Corvera de Asturias – Alto de L’Angliru (117,5 km)
10.09. Tappa 21: Arroyomolinos – Madrid/Plaza Cibeles (117,6 km)
Totale: 3324,1 km


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *