Vuelta a España 2021, Presentazione Percorso e Favoriti Settima Tappa: Gandia – Balcón de Alicante (152 km)

Tappa breve ma intensa la numero sette della Vuelta a España 2021. Saranno infatti poco più di 150 i chilometri che il gruppo affronterà da Gandia a Balcón de Alicante, conditi tuttavia da ben sei GPM (compreso quello finale verso il traguardo) che, praticamente, non lasceranno un attimo di respiro ai corridori. Nel complesso, nessuna delle salite proposte presenterà pendenze eccessivamente dure (sebbene, in certi tratti, arriveranno a superare il 10%), ma il continuo saliscendi e la quasi totale assenza di pianura contribuiranno sicuramente a creare una certa selezione. Una giornata da più di 3600 metri di dislivello che potrebbe quindi rivelarsi importante in chiave classifica generale, nella quale coloro che puntano al successo finale dovranno farsi trovare pronti e rispondere presente, ma che alla fine potrebbe anche veder trionfare un fuggitivo.

ORARIO DI PARTENZA: 13:07
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 17:18-17:43
DIRETTA TV E STREAMING: 13:05-17:45 Eurosport 1 / Eurosport Player / GCN / Discovery+
HASHTAG UFFICIALE: #LaVuelta21

Percorso Settima Tappa Vuelta a España 2021

La prima delle sei salite in programma inizierà solamente sette chilometri dopo la partenza da Gandia: sul Puerto La Llacuna (9,4 km al 6,2%) quasi sicuramente non mancheranno i tentativi di portar via la fuga di giornata, che potrebbe formarsi proprio in questa fase. Superata questa asperità iniziale e la successiva discesa, il tratto seguente sarà quello più semplice dell’intera tappa, anche se la strada si manterrà abbastanza ondulata prima di ricominciare a salire in maniera più decisa, sebbene in modo irregolare, verso la seconda ascesa repertoriata, il Puerto de Benilloba. Nonostante i circa 15 chilometri all’insù, il GPM vero e proprio misurerà solo 3000 metri, con una pendenza media del 3,5%, e sarà seguito da una brevissima discesa che precederà un nuovo tratto di salita.

Anche qui, la strada si inerpicherà per una dozzina di chilometri, ma solo gli ultimi 7,1 formeranno il Puerto de Tudons (5,2% di pendenza media), in cima al quale il gruppo avrà praticamente superato la prima metà di gara. Dopo una lunga e tortuosa discesa di una quindicina di chilometri, i corridori riprenderanno a salire per affrontare prima il traguardo intermedio di Relleu, ai -50 dalla conclusione, poi il Puerto El Collao, che con i suoi 9500 metri (al 4,6%) sarà il GPM più lungo scalato in questa giornata.

Allo scollinamento farà seguito una discesa piuttosto irregolare e un tratto di strada ondulato, che porteranno il plotone ai piedi del Puerto de Tibi (5,3 km al 5,3%), GPM che non assegnerà solo punti per la Maglia a Pois ma anche abbuoni in secondi, che potrebbero fare gola a qualche uomo di classifica se la fuga dovesse essere già stata ripresa. In cima alla salita mancheranno quindi solamente 13,7 chilometri all’arrivo, gli ultimi 8,4 dei quali costituiranno l’ascesa conclusiva del Balcón de Alicante: i primi 2000 metri saliranno con una pendenza compresa tra il 6% e il 7,5%, mentre nei successivi 2000 i tratti di salita si alterneranno con quelli di discesa. Saranno dunque gli ultimi quattro chilometri quelli più ostici, nei quali le pendenze supereranno quasi sempre il 9%, con il punto più duro che raggiungerà il 14%.

Salite Settima Tappa Vuelta a España 2021

NOME CAT QUOTA GPM INIZIO LUNGH DISL % MED
Puerto La Llacuna 1 696 16,4 7 9,4 586 6,2%
Puerto de Benilloba 3 771 60,5 57,5 3 106 3,5%
Puerto de Tudons 2 1025 80 72,9 7,1 375 5,2%
Puerto El Collao 2 890 113 103,5 9,5 440 4,6%
Puerto de Tibi (BONUS) 3 723 138,3 133 5,3 285 5,3%
Balcón de Alicante 1 995 152 143,6 8,4 552 6,2%

Favoriti Settima Tappa Vuelta a España 2021

Saranno gli uomini di classifica o i fuggitivi a trionfare sul traguardo di Balcón de Alicante? Ovviamente, molto dipenderà dalle strategie delle squadre e da quella che sarà la composizione della fuga del mattino, ma quel che è certo è che, con buona probabilità, ad alzare le braccia al cielo sarà un corridore a suo agio su questo tipo di salite. Se alla fine dovessero essere i big a giocarsi il successo di giornata, Primoz Roglic (Jumbo-Visma) è naturalmente uno dei favoriti principali considerando il tracciato, le pendenze dell’ascesa finale e la forma dimostrata. I compagni di squadra dello sloveno, Sepp Kuss, Steven Kruijswijk e Sam Oomen, potrebbero altresì ottenere un buon risultato su questo percorso, ma molto difficilmente verranno liberati dal compito di scortare il capitano in modo da puntare al successo personale, soprattutto dopo che lo sloveno è tornato ad indossare la Maglia Rossa.

Protagonisti nel finale potrebbero essere anche gli Ineos Grenadiers con corridori quali Adam Yates, Egan Bernal o Richard Carapaz. Il colombiano, pur senza fare grandi cose fino a questo momento, è quello dei tre messo meglio in classifica, mentre gli altri due hanno perso per strada troppi secondi in giornate dove ciò non sarebbe dovuto accadere. Sicuramente meglio ha fatto  fin qui il terzetto della Movistar composto da Enric Mas, Miguel Angel Lopez e Alejandro Valverde, che hanno dimostrato un’ottima condizione in queste prime tappe; tutti e tre sono ancora in classifica, dunque non è escluso che possano fare gioco di squadra per ottenere il successo di giornata. L’altra formazione che avrà sicuramente più di una carta da giocarsi è la Bahrain Victorious, che oltre a stringersi attorno al capitano Mikel Landa, non particolarmente brillante finora, potrà provare ad animare la corsa con attacchi dalla media e lunga distanza. Corridori come Mark Padun, Gino Mäder, Wout Poels, Jack Haig o Damiano Caruso hanno tutti le caratteristiche e le capacità per imporsi in questa giornata, ma, come detto, molto dipenderà dalla strategia che la squadra adotterà.

Tra gli altri big della generale, Hugh Carthy (EF Education-Nippo) è chiamato a dare delle risposte dopo il tempo perso nelle prime giornate di gara, mentre gli italiani Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) e Fabio Aru (Qhubeka NextHash) sono apparsi un po’ più pimpanti rispetto al britannico, dunque avranno la possibilità di confermarsi sulle rampe del Balcón de Alicante. Potrebbero cercare di attaccare per recuperare terreno scalatori quali Louis Meintjes (Intermarché-Wanty-Gobert), David De La Cruz (UAE Team Emirates), Felix Grossschartner (Bora-hansgrohe) e Clement Champoussin (Ag2r Citroen), mentre Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech) è apparso in crescita sulla salita di Cullera e sarà un corridore da tenere d’occhio, dato che le salite affrontate sembrano adattarsi bene alle sue caratteristiche

La formazione kazaka, tuttavia, avrà anche diverse altre frecce al proprio arco, in particolare dalla lunga gittata: Omar Fraile, Ion e Gorka Izagirre sono tutti uomini che hanno le capacità per emergere e imporsi al termine di una giornata passata in fuga, ma non sono ovviamente i soli. Tra i corridori più pericolosi che possono attaccare dalla distanza possiamo ad esempio citare Maximilian Schachmann (Bora-hansgrohe), ma anche Guillaume Martin (Cofidis), che ormai ha un ritardo importante in classifica e che potrebbe dedicarsi a raccogliere punti per la Maglia a Pois, da lui vinta lo scorso anno. Rein Taaramäe (Intermarché-Wanty-Gobert) ha già dimostrato di non aver timore nel provare a giocarsela andando all’attacco sin dai primi chilometri, e con lui Joseph Dombrowski, uno dei corridori dell’UAE Team Emirates da tenere d’occhio assieme a Jan Polanc e Rafal Majka.

Un altro interessante terzetto è quello della Deceuninck-QuickStep composto da James Knox, Andrea Bagioli e Mauri Vansevenant, che hanno sicuramente le caratteristiche adatte per far bene in una tappa come questa. Altri corridori che potrebbero cercare il successo inserendosi nella fuga di giornata sono infine Geoffrey Bouchard (AG2r Citroen), Tobias Bayer (Alpecin-Fenix), Jesus Herrada e Remy Rochas (Cofidis), Rudy Molard (Groupama-FDJ), Lucas Hamilton (Team BikeExchange), Jan Hirt (Intermarché-Wanty-Gobert), Sergio Henao (Qhubeka NextHash), Harm Vanhoucke (Lotto Soudal), Michael Storer e Romain Bardet (Team DSM), che tuttavia deve ancora fare i conti con le botte prese nella maxi caduta della quinta tappa.

Borsino dei Favoriti Settima Tappa Vuelta a España 2021

***** Primoz Roglic
**** Enric Mas, Egan Bernal
*** Miguel Angel Lopez, Adam Yates, Aleksandr Vlasov
**  Mikel Landa, Ion Izagirre, Guillaume Martin, Wout Poels
* Gino Mäder, Maximilian Schachmann, Giulio Ciccone, Alejandro Valverde, Mark Padun

Meteo Previsto Settima Tappa Vuelta a España 2021

Soleggiato. Possibilità di precipitazioni: 10%. Umidità: 52%. Vento fino a 14 km/h in direzione NO. Temperatura prevista: minima 25°C, massima 28°C.

Maggiori Insidie Settima Tappa Vuelta a España 2021

Il saliscendi continuo, l’assenza di pianura, la brevità della tappa e i 3600 metri di dislivello sono elementi che non mancheranno di fare la differenza in questa giornata. I continui cambi di ritmo, dovuti anche alle salite piuttosto irregolari, rimarranno quasi certamente nelle gambe dei corridori, che dovranno essere abili a gestire le energie. A tutto questo si aggiungono poi le pendenze degli ultimi quattro chilometri dell’ascesa finale, quasi sempre sopra il 9%, che potrebbero rappresentare il colpo del KO per molti.

Altimetria e Planimetria Settima Tappa Vuelta a España 2021

Cronotabella Settima Tappa Vuelta a España 2021

LOCALITÀ CHILOMETRI ORARI
40KM/H 38KM/H 36KM/H
SALIDA NEUTRALIZADA 152 0 13:07 13:07 13:07
SALIDA LANZADA 152 0 13:30 13:30 13:30
BENIARJÓ 151.1 0.9 13:31 13:31 13:31
BENIFLÁ 150.8 1.2 13:31 13:31 13:32
POTRIES 149 3 13:34 13:34 13:35
VILLALONGA. COMIENZA PUERTO 145 7 13:40 13:41 13:41
PUERTO LA LLACUNA 135.6 16.4 13:54 13:55 13:57
LORCHA 127.6 24.4 14:06 14:08 14:10
BENIARRÉS 119.3 32.7 14:19 14:21 14:24
GAIANES 116 36 14:24 14:26 14:30
SETLA DE NUNYES 112 40 14:30 14:33 14:36
MURO DE ALCOI 110.9 41.1 14:31 14:34 14:38
L’ALQUERIA D’ ASNAR 109 43 14:34 14:37 14:41
L’ALCÚDIA 107 45 14:37 14:41 14:45
COCENTAINA 105.4 46.6 14:39 14:43 14:47
ALCOI 100 52 14:48 14:52 14:56
COMIENZA PUERTO 94.5 57.5 14:56 15:00 15:05
PUERTO DE BENILLOBA 91.5 60.5 15:00 15:05 15:10
BENILLOBA 85 67 15:10 15:15 15:21
BENASAU 80.5 71.5 15:17 15:22 15:29
COMIENZA PUERTO 79.1 72.9 15:19 15:25 15:31
ALCOLEJA 77.5 74.5 15:21 15:27 15:34
PUERTO DE TUDONS 72 80 15:30 15:36 15:43
SELLA 60 92 15:48 15:55 16:03
RELLEU 50 102 16:03 16:11 16:20
COMIENZA PUERTO 48.5 103.5 16:05 16:13 16:22
PUERTO EL COLLAO 39 113 16:19 16:28 16:38
LA TORRE DE LES MAÇANES 35.1 116.9 16:25 16:34 16:44
XIXONA. COMIENZA PUERTO 19 133 16:49 17:00 17:11
PUERTO DE TIBI. PUERTO BONIFICADO 13.7 138.3 16:57 17:08 17:20
TIBI 10.2 141.8 17:02 17:13 17:26
COMIENZA PUERTO 8.9 143.1 17:04 17:15 17:28
BALCÓN DE ALICANTE 0 152 17:18 17:30 17:43

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *