Presentazione Percorso e Favoriti Le Samyn 2020

La prima settimana di marzo vede i corridori impegnati ancora in Belgio, dove è in programma Le Samyn 2020. Semiclassica di categoria UCI 1.1, diversamente da Omloop Het Nieuwsblad e Kuurne-Bruxelles-Kuurne che l’hanno preceduta la corsa si svolge nella parte vallone del paese invece che in quella fiamminga. Nata nel 1968 con il nome di Grand Prix de Fayt-le-Franc, dal nome della cittadina attorno alla quale si correva, nel 1970 si decise di ribattezzarla in omaggio al suo primo vincitore, il francese José Samyn, deceduto in corsa l’anno prima. Appuntamento dunque a martedì 3 marzo per l’edizione numero 51 di una gara che negli anni è riuscita spesso ad attirare ciclisti di primo piano, come confermato da un palmarès dove spiccano i nomi di Herman Van Springel, Claude Criquielion, Robbie McEwen e, più di recente, Philippe Gilbert, Arnaud Démare e Niki Terpstra, vincitore nel 2016 e nel 2018. Al via quest’anno ci saranno sei squadre WorldTour, dieci Professional e nove Continental, per un totale di 25 formazioni.

ORARIO DI PARTENZA: 12:20
ORARIO DI ARRIVO PREVISTO: 17:05 – 17:32
HASHTAG UFFICIALE: #LeSamyn

Albo d’Oro recente Le Samyn

2019 SENECHAL Florian
2018 TERPSTRA Niki
2017 VAN KEIRSBULCK Guillaume
2016 TERPSTRA Niki
2015 BOECKMANS Kris
2014 VANTOMME Maxime
2013 TSATEVICH Alexey
2012 DÈMARE Arnaud
2011 KLEMME Dominic
2010 KEUKELEIRE Jens

Favoriti Le Samyn 2020

Clicca qui per la startlist completa

Florian Sénéchal (Deceuninck-Quick-Step) arriva a questo appuntamento da campione uscente e, dopo il decimo posto della Omloop, è senza dubbio tra i favoritissimi per questa corsa. La sua squadra è ovviamente attrezzata per ogni evenienza e, in caso di volata a ranghi compatti, sarà probabilmente Alvaro Hodeg a giocarsi il successo. Anche Aimé de Gendt (Circus-Wanty Gobert), secondo l’anno scorso alle spalle di Sénéchal, arriva con forti ambizioni e con una squadra forte alle spalle, con Andrea Pasqualon e Loic Vliegen come valide alternative.

L’avversario più pericoloso al via è però Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) che, reduce dallo spettacolare successo alla Omloop e dal quinto alla Kuurne, vorrà probabilmente tenere alto il morale. Anche la NTT ha diverse frecce al proprio arco, con Edvald Boasson Hagen che può puntare deciso al successo in caso di corsa dura, oppure giocare un ruolo decisivo in caso di volata per Giacomo Nizzolo. Anche Niki Terpstra (Total Direct Energie) potrebbe essere tra i protagonisti, soprattutto in caso di condizioni meteo difficoltose.

La Lotto Soudal si affiderà invece a Sander Armée, la Wallonie-Bruxelles a Boris Vallée e Kevyn Ista, mentre Jenthe Biermans e Tom van Asbroeck saranno gli uomini di riferimento della Israel Start-Up Nation, Tim Merlier quello della Alpecin-Fenix,

Altri corridori con buone possibilità di piazzarsi tra i primi sono Clement Venturini (Ag2r La Mondiale), specialmente in caso di volata, Christophe Noppe (Arkea-Samsic), Elmar Reinders (Riwal Readynez), Anders Skaarseth (Uno-X), Bert de Backer (B&B Hotels-Vital Concept), Jasper Asselman (Metec-TKH), Mathias de Witte (Natura4Ever-Roubaix-Lille Métropole) e Maikel Zijlaard (SEG).

Borsino Favoriti Le Samyn 2020

***** Jasper Stuyven
**** Niki Terpstra, Florian Senéchal
*** Alvaro Hodeg, Aimé de Gendt, Edvald Boasson Hagen
** Giacomo Nizzolo, Mattia Pasqualon, Sander Armée, Tim Merlier, Clement Venturini
* Tom Van Asbroeck, Loic Vliegen, Christophe Noppe, Elmar Reinders, Boris Vallée

Meteo previsto Le Samyn 2020

Rovesci. Umidità 77%. Possibilità di precipitazioni 60%, vento fino a 21 km/h verso NNE. Temperatura prevista: minima 1°, massima 8°.

Percorso Le Samyn 2020

Quaregnon – Dour (201,9 km)

Nonostante non sia una corsa di primo piano nel calendario UCI, il percorso di questa corsa è decisamente esigente. I corridori infatti affronteranno ben 16 tra Côtes e settori di pavé (4 da ripetere 4 volte) che rendono questa prova adatta soprattutto agli specialisti. Il chilometraggio si allunga di pochi chilometri a causa di alcuni cambiamenti nella parte iniziale e l’allungamento del circuito da 24,8 a 29,6 chilometri.

Non ci sono più le quattro côtes concentrate in una dozzina di chilometri nella prima parte della corsa, che quindi inizierà a indurirsi soltanto una volta giunti nel circuito. Al suo interno non cambiano i punti salienti con una Côte in asfalto, tre in pavé e un ulteriore settore sulle pietre, per un totale di 1900 metri a giro (ovvero 7,6 km di pavé). Le difficoltà sono vicine, con 19 chilometri tra la prima e l’ultima. I corridori affronteranno in sequenza Côte de la Roquette, Chemin de Wihéries, Côte des Nonettes, Côte du Calvaire e Chemin de Bellevue. Non sarà facile tenere il gruppo compatto, con l’ultimo tratto di pavé che si concluderà a soli 3,3 chilometri dalla conclusione.

Côtes e settori di pavé Le Samyn 2020

1 Côte de la Roquette (1) 106,6 / 95,3
2 Chemin de Wihéries (1) 107,4 / 94,5
3 Côte des Nonettes (1) 112,5 / 89,4
4 Rue de Belle Vue (1) 117,9 / 84,0
5 Côte de la Roquette (2) 133,5 / 68,4
6 Chemin de Wihéries (2) 134,3 / 67,6
7 Côte des Nonettes (2) 139,4 / 62,5
8 Rue de Belle Vue (2) 144,8 / 57,1
9 Côte de la Roquette (3) 160,4 / 41,5
10 Chemin de Wihéries (3) 161,2 / 40,7
11 Côte des Nonettes (3) 166,3 / 35,6
12 Rue de Belle Vue (3) 171,7 / 30,2
13 Côte de la Roquette (4) 187,3 / 14,6
14 Chemin de Wihéries (4) 188,1 / 13,8
15 Côte des Nonettes (4) 193,2 / 8,7
16 Rue de Belle Vue (4) 198,6 / 3,3

Altimetria e Planimetria Le Samyn 2020

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.