Presentazione Percorso e Favoriti Giro delle Fiandre 2020

Tutto pronto per il Giro delle Fiandre 2020. L’ultima classica Monumento di questa travagliatissima stagione, dopo la cancellazione della Parigi – Roubaix, si disputerà in un’inedita collocazione autunnale, domenica 18 ottobre. La classica belga, condizionata dalla misure anti Covid che vieteranno la presenza di pubblico sulle salite e sui tratti di pavé, rappresenta dunque l’ultimo obiettivo stagionale per gli specialisti delle pietre e offrirà così un parterre di altissimo livello. I plurivincitori della corsa sono Achiel Buysse, Fiorenzo Magni, Eric Leman, Johan Museeuw, Tom Boonen e Fabian Cancellara con tre vittorie ciascuno. Ma il solo Magni è riuscito a conquistarne tre consevutive dal 1949 al 1951.

ORARIO DI PARTENZA: 09:45
ORARIO DI ARRIVO: 15:27 – 16:17
DIRETTA TV E STREAMING: 14:00-17:00 RaiSport+HD / 09:45-16:45 Eurosport 1 / 09:40-16:40 EurosportPlayer
HASHTAG UFFICIALE: #RVV20

Albo d’Oro Recente Giro delle Fiandre

2019 BETTIOL Alberto
2018 TERPSTRA Niki
2017 GILBERT Philippe
2016 SAGAN Peter
2015 KRISTOFF Alexander
2014 CANCELLARA Fabian
2013 CANCELLARA Fabian
2012 BOONEN Tom
2011 NUYENS Nick

Percorso Giro delle Fiandre 2020

Anversa – Oudenaarde (243,3 km)

Il Giro delle Fiandre 2020 ha scelto di accorciare il percorso e operare alcune modifiche rispetto alle previsioni iniziali. Sono infatti 243 i chilometri da affrontare, con partenza da Anversa. Rispetto a quanto era in programma, scompare uno dei muri più amati, il Grammont. Dopo 100 chilometri sostanzialmente pianeggianti inizieranno i vari muri: il primo dei 17 sarà il Katterberg, al km 101. Il primo momento chiave sarà il primo passaggio sul Vecchio Kwaremont, posto a circa metà corsa, in cui il gruppo si potrebbe spaccare. I passaggi su Kortekeer, Eikenberg, Wolvenberg, Leberg, Valkenberg e Kanarieberg serviranno a mettere fatica nelle gambe e realisticamente a creare una prima selezione.

La miccia per la fase decisiva si accenderà però nel secondo passaggio sul Vecchio Kwaremont, a 64 chilometri dalla conclusione: 2200 metri, 1500 dei quali in pavé, con un tratto all’11,6%, seguito poco dopo la Paterberg, 360 metri al 12,9% con un tratto al 20%. Già in questa fase realisticamente ci saranno attacchi importanti: Koppenberg, Steenbeekdries, Taaienberg e Kruisberg porteranno poi all’accoppiata finale, di nuovo Vecchio Kwaremont-Paterberg, che nelle ultime edizioni ha deciso chi si poteva giocare il successo finale o ha sorriso agli attaccanti. Dallo scollinamento mancano infatti 14 chilometri a Oudenaarde, dove è posizionato l’arrivo.

Muri Giro delle Fiandre 2020

#MuroLunghezzaPendenza mediaPendenza massimapavé
1Katteberg700 m5,4%8%
 2Vecchio Kwaremont (1)2200 m4,0%11,6%1500 m
 3Kortekeer1000 m6,4%17,0%
 4Eikenberg1200 m5,2%10%
 5Wolvenberg645 m7,9%17,3%
 6Leberg950 m4,2%13,8%
 7Berendries940 m7,0%12,3%
 8Valkenberg500 m7,6%12%
 9Kanarieberg1000 m7,7%14,0%
10Vecchio Kwaremont (2)2200 m4,0%11,6%1500 m
11Paterberg (1)360 m12,9%20,3%360 m
12Koppenberg600 m11,6%22,0%600 m
13Steenbeekdries700 m5,3%6,7%700 m
14Taaienberg530 m6,6%15,8%500 m
15Kruisberg/Hotond2500 m5,0%9,0%450 m
16Vecchio Kwaremont (3)2200 m4,0%11,6%1500 m
17Paterberg (2)360 m12,9%20,3%360 m

Favoriti Giro delle Fiandre 2020

Clicca qui per la startlist

Il Giro delle Fiandre 2020 sarà l’ultima classica Monumento dell’anno ed anche per questo motivo offrirà un parterre di altissimo livello con tutti i migliori specialisti delle corse di un giorno pronti a sfidarsi sugli iconici muri in pavè. Ma la grande attesa, però, sembra essere tutta per vedere un’ulteriore puntata del duello tra Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix), che, dopo le schermaglie, anche verbali, della Gand-Wevelgem di domenica scorsa, non vorranno farsi sfuggire anche questo prestigioso traguardo. Tra i due grandi rivali quello più in forma sembra essere il corridore belga che sembrerebbe adattarsi meglio a un percorso sicuramente più selettivo come quello della Ronde e che vorrà mettere il sigillo finale a un 2020 davvero ricco di soddisfazioni.

Siamo certi che proverà in ogni modo a togliersi dalle ruote il neerlandese che, per altro, ha ottenuto i suoi successi più importanti con azioni da lontano, come al recente BinckBank Tour, o quando prende in prima persona l’iniziativa, come alla Dwars Door Vlaanderen 2019. I due giovani fenomeni che provengono dal ciclocross sembrano essere davvero i più forti ma nel caso che, nuovamente, si marchino troppo stretti, non mancano di certo i corridori pronti ad approfittarne. Il terzo incomodo potrebbe essere proprio colui che ha giovato del loro reciproco controllo la scorsa domenica, il danese Mads Pedersen (Trek-Segafredo). L’ex campione iridato, già secondo in questa corsa nel 2018, sta attraversando davvero un ottimo momento di forma e sarà affiancato da compagni di squadra in grado di poter dire la loro anche in prima persona come Jasper Stuyven ed Edward Theuns.

Grande curiosità, invece, per il debutto sul pavè delle Fiandre di Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep). Il campione del mondo sarà intenzionato a far risplendere la sua maglia arcobaleno anche sul traguardo di Oudenaarde. Nonostante non abbia certo la stazza degli altri specialisti di questo genere di corse, il suo stato di forma, unito all’ulteriore convinzione nei propri mezzi derivata dalla vittoria iridata, può portarlo a fare la differenza su tutti i terreni, come ha dimostrato alla recente Freccia del Brabante. Inoltre, la formazione belga si presenterà al via con una vera e propria corazzata, all’interno della quale non mancano certo le possibili alternative al corridore transalpino, oltre ad avere le possibilità di costruire tattiche differenti a seconda delle scenari che dovessero svilupparsi in corsa. Infatti, corridori come Kasper Asgreen, secondo qui lo scorso anno, Florian Sénéchal, secondo alla Gand-Wevelgem, Zdenek Stybar, e Yves Lampaert sono tutti potenzialmente in grado di lottare per il successo finale. 

La pattuglia italiana sarà guidata dal vincitore della scorsa edizione Alberto Bettiol (EF Pro Cycling). Il corridore toscano quest’anno è stato protagonista sia alla Strade Bianche, chiusa al quarto posto, che alla recente Gand – Wevelgem, dove è rimasto coi migliori fino al traguardo, ottenendo un’altra quarta posizione. Al suo fianco la formazione statunitense schiererà Sep Vanmarcke, già preziosissimo per il successo dell’azzurro lo scorso anno, che possiede qualità ed esperienza per giocarsi le sue carte. Sul podio di domenica scorsa è salito Matteo Trentin (CCC) che potrebbe sfruttare la sua buona condizione attuale. Mentre è apparso un po’ in difficoltà nelle ultime uscite Sonny Colbrelli (Bahrain-McLaren), dopo essere stato protagonista al BinckBank Tour e alla Freccia del Brabante.

Meritano assolutamente attenzione due corridori che sono stati tra i principali protagonisti degli ultimi mesi. Sia Stefan Küng (Groupama-FDJ) che Søren Kragh Andersen (Sunweb) arrivano da diversi risultati positivi ottenuti nelle ultime corse che li ha visti al via. L’elvetico sta dimostrando di non essere solamente uno dei migliori cronoman in circolazione ma anche un corridore capace di lasciare il segno nelle corse da un giorno, la sua potenza potrebbe rivelarsi preziosa sul pavè. Mentre il danese, vincitore di due tappe al Tour de France, ha dimostrato di saper andare forte sui muri del Belgio. Se la caduta, di cui è stato vittima alla Parigi-Tours, lo condizionerà, la sua squadra potrà contare comunque su Tiesj Benoot, in top10 nelle ultime due edizioni.

Buone possibilità potrebbe averle anche Alexander Kristoff (UAE Team Emirates). Il norvegese, terzo lo scorso anno e vincitore nel 2015, ha dimostrato in più occasioni di trovarsi a proprio agio sulle pietre delle Fiandre e, se la corsa si rivelasse non troppo selettiva, potrebbe provare a dire la sua. Discorso simile per John Degenkolb (Lotto Soudal) apparso particolarmente pimpante alla Gand – Wevelgem. Un altro corridore da non sottovalutare mai in questo tipo di corse è Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale).

Curiosità per due debuttanti di prestigio sui muri delle Fiandre, si tratta di Romain Bardet (Ag2r La Mondiale) e Maximilian Schachmann (Bora-hansgrohe). Il transalpino, dopo il ritiro al Tour de France, ha sorpreso alla Parigi-Tours e, se in giornata, potrebbe rappresentare un’interessante variabile e provare a ripercorrere le buone prestazioni di Alejandro Valverde e Vincenzo Nibali quando si sono misurati con questa corsa. Mentre il tedesco, grande protagonista lo scorso anno nelle Ardenne, proverà a ripetersi anche nelle Fiandre dove sarà l’uomo di riferimento della sua squadra dal momento che Peter Sagan è impegnato al Giro d’Italia.

Attenzione anche a Nils Politt (Israel Start-Up Nation), quinto nel 2019, che ha già dimostrato alla Parigi-Roubaix dello scorso anno di apprezzare particolarmente il pavè. Mentre Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers) viene da diversi buoni piazzamenti, tra cui il quarto posto a Imola 2020 e i due sesti posti alla Freccia Vallone e alla Freccia del Brabante, e sembra attraversare un buon periodo di forma.

Al via ci sarà anche il vincitore del 2018, Niki Terpstra (Total Direct Energie) reduce, però, dal gravissimo incidente di giugno. Infine, corridori come Dylan Teuns (Bahrain-McLaren), Tim Wellens (Lotto Soudal) e Michael Valgren (NTT Pro Cycling) sembrano lontani dalla loro forma migliore.

Borsino favoriti Giro delle Fiandre 2020

***** Wout Van Aert
**** Mads Pedersen, Mathieu van der Poel
*** Julian Alaphilippe, Alberto Bettiol, Stefan Küng
** Søren Kragh Andersen, Kasper Asgreen, Alexander Kristoff, Oliver Naesen
* John Degenkolb, Michal Kwiatkowski, Nils Politt, Jasper Stuyven, Matteo Trentin

I ciclisti più popolari su Zweeler Giro delle Fiandre 2020

Per avere dei parametri su cui basare le vostre scelte per il fantaciclismo o per altri giochi, vi proponiamo uno schema con i corridori selezionati dalla maggior parte degli utenti iscritti a Zweeler per il Giro delle Fiaandre 2020. Chi tra i nostri favoriti ha goduto di una maggiore fiducia dagli appassionati? Da qualche outsider si attende un risultato a sorpresa? Tra i corridori che non abbiamo accreditato del ruolo dei favoriti, qualcuno ha invece suscitato l’interesse degli appassionati? Potete anche provare a sfidare le centinaia di partecipanti da tutto il mondo che partecipano al popolare gioco.

1Wout van Aert (81%)
2Mathieu van der Poel (64%)
3Stefan Küng (54%)
4Mads Pedersen (53%)
5Yves Lampaert (50%)
6Matteo Trentin (46%)
7Anthony Turgis (41%)
8Alberto Bettiol (38%)
9Sep Vanmarcke (37%)
10Alexander Kristoff (33%)
11Kasper Asgreen (31%)
12Gianni Vermeersch (31%)
13Valentin Madouas (29%)
14Nils Politt (28%)
15Julian Alaphilippe (27%)

Il gioco costa 7,00 € a squadra e inizierà con un ammontare garantito di 1.500,00 € in premi (41 premi previsti). Il 1° premio è di 300,00 €.

Meteo Giro delle Fiandre 2020

Nuvoloso. Possibilità di precipitazioni: 18%. Umidità relativa: 74%. Vento fino a 6 km/h. Temperatura prevista: minima 7°, massima 13°.

Altimetria e Planimetria Giro delle Fiandre 2020

 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.