Giro d’Italia 2023, Presentazione Percorso e Favoriti Quattordicesima Tappa: Sierre – Cassano Magnago (196 km)

Terzultima occasione per i velocisti al Giro d’Italia 2023. Con la quattordicesima frazione della Corsa Rosa, che ripartirà dalla Svizzera, precisamente da Sierre, e rientrerà in Italia per concludersi a Cassano Magnago, dovrebbero infatti tornare protagoniste le principali ruote veloci. Unica asperità di giornata sarà il comunque lungo Passo del Sempione, scollinato a quota 2004 metri, che tuttavia sarà posto a inizio tappa, mentre gli ultimi 100 dei 196 chilometri in programma in questa giornata saranno per lo più pianeggianti. Un finale che dovrebbe dunque favorire l’inseguimento del gruppo nei confronti dei fuggitivi, anche se un arrivo in volata potrebbe non essere così scontato: i tanti ritiri, con alcuni team rimasti con pochi corridori, e le condizioni meteo (secondo le previsioni dovrebbe nuovamente piovere) potrebbero infatti rendere complicato per le squadre degli sprinter andare a chiudere sulla fuga, soprattutto se dovesse essere numerosa.

ORARIO DI PARTENZA: 12:05
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 17:00-17:35
DIRETTA TV E STREAMING: 12:05-14:00 RaiSport / 14:00-18:05 Rai2 | 11:45-17:45 Eurosport 1 / Eurosport, Discovery+, GCN
HASHTAG UFFICIALE: #Giro #GirodItalia

Percorso Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Sarà Sierre a ospitare la partenza di questa tappa, che nei primi 35 chilometri, a eccezione di un breve strappo, proporrà strada totalmente pianeggiante. Arrivato a Brig, il gruppo inizierà quindi a scalare l’unico GPM di giornata, il Passo del Sempione, 20,2 chilometri al 6,5% che, se affrontati ad alta andatura, potrebbero anche mettere in difficoltà molti corridori, in particolare i velocisti. Tuttavia, allo scollinamento mancheranno poco meno di 140 chilometri alla conclusione, i primi 35 dei quali di una discesa abbastanza veloce che consentirà alla carovana di rientrare in Italia e che si concluderà a Domodossola, consentendo a coloro che avranno eventualmente perso contatto di rientrare in gruppo.

Da qui, comincerà un lungo tratto pianeggiante privo di difficoltà durante il quale si transiterà anche dagli sprint intermedi di Villadossola e Stresa, posti rispettivamente ai -92,3 e ai -55,7 dalla conclusione. Dopo aver costeggiato il Lago Maggiore e aver superato il Ticino a Sesto Calende, si entrerà quindi in provincia di Varese, dove negli ultimi 25 chilometri il tracciato si farà un po’ più nervoso e in alcuni punti anche un po’ tortuoso, con un paio di salitelle abbastanza brevi che non dovrebbero comunque dare troppi problemi. Nel finale verso il traguardo di Cassano Magnago, invece, si incontreranno per lo più lunghi rettilinei, con l’ultima vera curva che sarà posta a 1200 metri dall’arrivo; l’ultimo chilometro, però, sarà in leggerissima salita (2-3%), dunque bisognerà fare attenzione a non lanciare troppo presto la volata.

Salite Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

NOME CAT QUOTA KM INIZIO LUNGHEZZA DISL % MED % MAX
Passo del Sempione 1 2004 56 35,8 20,2 1323 6,5% 14%

Favoriti Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Se, come da previsioni, sarà volata, uno dei principali favoriti di giornata dovrebbe essere Jonathan Milan (Bahrain Victorious), che finora è stato il più costante tra i velocisti avendo raccolto una vittoria e tre secondi posti nei quattro sprint ai quali ha preso parte. Il friulano, che veste anche la Maglia Ciclamino, ha dimostrato di essere in ottima forma e di riuscire a sprigionare grande potenza in volata, anche se forse gli manca ancora qualcosa in fatto di esperienza e posizionamento. Se ben lanciato (e per questo può contare su un corridore come Andrea Pasqualon), potrebbe però essere molto complicato per gli avversari batterlo.

A sconfiggere il 22enne nell’ultima occasione, per questione di centimetri, è stato Pascal Ackermann (UAE Team Emirates), tornato al successo dopo diversi mesi in occasione dell’undicesima tappa. Dopo tale vittoria, il velocista tedesco ha ammesso di essere cresciuto di condizione rispetto alla prima settimana, dunque sarà piuttosto difficile non vederlo là davanti a sprintare. A battagliare con il 29enne sul traguardo di Tortona c’era anche Mark Cavendish (Astana Qazaqstan), anche lui apparso in crescita negli ultimi giorni. Il britannico punta a sbloccarsi in questo 2023 e con la maglia della formazione kazaka, che sarà a sua disposizione per aiutarlo a ottenere la sua 17esima affermazione al Giro.

Va invece a caccia della vittoria numero sei alla Corsa Rosa Fernando Gaviria (Movistar), che finora non è mai riuscito a essere davvero protagonista in volata, anche a causa di un po’ di sfortuna. Il colombiano è un po’ acciaccato per le cadute degli scorsi giorni, ma essendo questa una delle ultime possibilità per i velocisti dovrà provare a superare i problemi e gettarsi nella mischia, con la sua squadra che in ogni caso potrebbe giocarsi anche la carta Max Kanter. Rispetto al corridore sudamericano, si è invece messo in evidenza con buoni piazzamenti Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa), che pur non essendo un velocista puro è stato in grado di disputare ottimi sprint in questo Giro, dunque possiamo attendercelo tra i protagonisti anche in questa tappa.

In una volata del genere potrebbero faticare un po’ di più corridori come Michael Matthews (Team Jayco AlUla), Davide Ballerini (Soudal-QuickStep) e Simone Consonni (Cofidis), che di sicuro preferirebbero una volata di un gruppo un po’ più ristretto, senza gli sprinter puri, ma anche loro saranno comunque della partita. In casa Team DSM, invece, bisognerà vedere se verrà data nuovamente fiducia a Marius Mayrhofer, che finora non è andato più in là di un quinto posto, o se verrà concesso spazio ad Alberto Dainese, che lo scorso anno riuscì a conquistare un successo nella tappa di Reggio Emilia.

Altri corridori veloci che potrebbero ottenere un buon piazzamento in questa giornata sono poi Niccolò Bonifazio e Arne Marit (Intermarché-Circus-Wanty), Nicolas Dalla Valle (Team Corratec-Selle Italia), Filippo Fiorelli e Martin Marcellusi (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Jake Stewart (Groupama-FDJ), Stefano Oldani (Alpecin-Deceuninck) e Magnus Cort (EF Education-EasyPost), con quest’ultimo che, finora, non ha però mai provato a fare le volate durante questo Giro, centrando comunque un successo al termine di una fuga da lontano.

L’attacco a lunga gittata non è comunque un’opzione totalmente da scartare per questa giornata, anche perché sono diverse le squadre che non sono più al completo, dunque potrebbe non essere così semplice trovare chi può lavorare per andare a chiudere sui fuggitivi (soprattutto se numerosi). Tra coloro che potrebbero provarci da lontano, oltre al già citato Cort, possiamo inserire tutti quei corridori di team che non hanno un velocista o un uomo di classifica da proteggere, come la Israel-Premier Tech, dove potremmo nuovamente vedere in fuga Simon Clarke o Derek Gee, l’Arkéa-Samsic, che potrebbe lanciare in avanscoperta uno tra Thibault Guernalec o Alan Riou, e l’Ag2r Citroen con Alex Baudin, Nicholas Prodhomme o Larry Warbasse.

Altri corridori che potrebbero provare a inserirsi nella fuga sono poi Alessandro De Marchi (Team Jayco AlUla), Ben Healy (EF Education-EasyPost), Lorenzo Rota (Intermarché-Circus-Wanty), Nico Denz (Bora-hansgrohe), Toms Skujins (Trek-Segafredo), Bruno Armirail (Groupama-FDJ), Thomas Champion (Cofidis), Kristian Sbaragli (Alpecin-Deceuninck), Mirco Maestri e Davide Bais (Eolo-Kometa), con quest’ultimo che potrebbe provare a riprendersi la Maglia Azzurra conquistando i punti nell’unico GPM presente.

Borsino dei Favoriti Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

***** Jonathan Milan
**** Pascal Ackermann, Mark Cavendish
*** Vincenzo Albanese, Alberto Dainese, Fernando Gaviria
** Davide Ballerini, Simone Consonni, Michael Matthews, Marius Mayrhofer
* Niccolò Bonifazio, Magnus Cort, Filippo Fiorelli, Max Kanter, Stefano Oldani

Meteo Previsto Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Rovesci. Possibilità di precipitazioni: 70%. Umidità relativa: 80%. Vento direzione SE fino a 11 km/h. Temperatura prevista: minima 15° C, massima 17° C.

Maggiori insidie Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Dal punto di vista del percorso, la difficoltà principale sarà ovviamente rappresentata dal Passo del Sempione, che a seconda di come verrà affrontato potrebbe rimanere nelle gambe a molti corridori, mentre per quanto riguarda il finale bisognerà stare attenti a non lanciare lo sprint troppo presto, dato il rettilineo d’arrivo in leggera salita. Ancora una volta, poi, a infastidire i corridori dovrebbe esserci la pioggia, che sommata alla stanchezza e alle tante defezioni potrebbe rendere complicato per il gruppo tenere sotto controllo la fuga.

Altimetria e Planimetria Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Cronotabella Quattordicesima Tappa Giro d’Italia 2023

Super Top Sales Ekoï! Tutto al 60%: approfittane ora!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio