Imola 2020, ufficiale: Annemiek Van Vleuten correrà la prova in linea

Annemiek Van Vleuten ha sciolto le riserve e sarà domani al via della prova in linea dei Mondiali di Imola 2020. Dopo essere stata costretta al ritiro dal Giro Rosa per la frattura del polso, la sua partecipazione sembrava praticamente impossibile, ma dopo l’operazione a cui è stata sottoposta i medici si sono mostrati rassicuranti. Le prime pedalate hanno confermato la possibilità di andare in bici con dolore limitato grazie a un apposito tutore che le permette di limitare vibrazioni e forza. Le sue condizioni restano comunque una incognita visto che lei stessa in questi giorni ha ammesso alcune difficoltà, ad esempio nell’alzarsi sui pedali per attaccare, ma sono in miglioramento.

La ciclista della Mitchelton – Scott, campionessa in carica e punta di diamante di una nazionale neerlandese che ha comunque altre alternative di alto livello, spera infatti di poter continuare a guarire e recuperare quanto basta per poter essere competitiva nella corsa in programma sabato 26 settembre. Arrivando in condizioni dubbie, ma felice di poterci comunque essere quando pensava che tutto ormai era perduto, la 38enne in procinto di passare alla Movistar si presenta senza niente da perdere.

Una decisione semplificata chiaramente anche dal fatto che, in quanto vincitrice lo scorso anno nello Yorkshire, il suo posto è garantito e non “ruba” in ogni caso uno slot alla sua nazionale, che sarà dunque l’unica a potersi presentare con otto atlete al via.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.