LINK UTILI GIRO D'ITALIA 2021
GUIDASTARTLISTNOTIZIERISULTATICLASSIFICA
© Sirotti

Giro d’Italia 2021, Jan Hirt in crescita: “È la mia gara preferita e intendo mostrare il meglio di me stesso”

Anche la stagione della Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux sta entrando nel vivo. La squadra belga, che finora non ha ancora vinto nessuna corsa, affronterà tra meno di un mese il Giro d’Italia 2021. Si tratta della prima presenza nella Corsa Rosa e per farsi trovare preparati stanno attualmente affrontando una ritiro in altura a Sierra Nevada. Il capitano sarà il ceco Jan Hirt, che lo ha già affrontato tre volte concludendo l’edizione 2017 al dodicesimo posto. Il 30enne scalatore quest’anno non è ancora riuscito ad esprimersi al meglio ma confida di tornare ai livelli di due anni fa, quando in maglia Astana concluse al secondo posto la tappa di Ponte di Legno, battuto solo da Giulio Ciccone.

“Ho iniziato la mia stagione all’UAE Tour, dove ho sono migliorato gradualmente, ma purtroppo mi sono ammalato in Tirreno-Adriatico. Ovviamente non c’è un buon momento per ammalarsi, ma in questo caso ha interrotto i miei progressi. È stato un semplice colpo di tosse e un raffreddore ma è stato sufficiente a rallentare il mio approccio alla Volta a Catalunya. Ma ho ritrovato le mie piene capacità, lo vedo nelle cose che riesco a fare ultimamente e dalle mie sensazioni. Con Frederik Veuchelen (l’allenatore, n.dr.) abbiamo organizzato sessioni molto produttive e sfruttiamo l’ambiente ideale per lavorare”.

La fiducia del gruppo in vista del Giro d’Italia è quindi in crescita: “Saremo capaci di fare grandi cose. Per quanto mi riguarda, approfitterò del Giro di Romandia per avere un’ultima indicazione sul mio stato di forma prima del Giro. In passato, ho sempre avuto gambe migliori nella terza settimana. È così che sono riuscito a competere con i migliori nel 2017 e ho quasi vinto una tappa nel 2019. Se inizio una gara come questa, non è per fare presenza. È la mia gara preferita e intendo mostrare il meglio di me stesso“.

Lo stesso Veuchelen aggiunge: “Ad eccezione di Louis Meintjes, più concentrato sul Tour de France, Jan Hirt, Andrea Pasqualon, Simone Petilli e Rein Taaramäe sono qui per prepararsi al Giro d’Italia. Questo ritiro in quota è il complemento ideale al Giro di Romandia per migliorare la condizione”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.