© Sirotti

Wanty-Groupe Gobert, De Clercq costretto ad una protesi totale dell’anca

Non c’è fine all’incubo di Bart De Clercq. L’atleta della Wanty-Groupe Gobert, caduto in allenamento lo scorso gennaio, aveva rimediato un’importante frattura dell’anca e da quel momento non è più riuscito a riprendersi. Operato due volte, l’atleta belga si è visto rimuovere i pezzi di cartilagine della parte danneggiata e i medici hanno provato a far procedere il suo recupero in modo naturale, grazie alle cellule staminali del midollo osseo. La situazione però non si è ancora ristabilita e il vincitore di tappa al Giro d’Italia 2011 si è visto costretto ad accettare l’idea di dover adottare un protesi totale dell’anca.

A 32 anni compiuti, tuttavia, l’idea è quella di tornare in sella più forte di prima: “Negli ultimi mesi abbiamo provato di tutto per salvare il mio fianco dopo il mio grave incidente in allenamento a gennaio – ha spiegato –Sfortunatamente, in questo momento l’unica soluzione rimasta è quella di sostituire completamente la mia anca. Ciò significa una nuova operazione la prossima settimana. Ma continuerò a combattere per tornare in gruppo!“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.