© Movistar/PhotoGomezSport

Vuelta a Burgos 2019, Sosa ringrazia la squadra: “Sono stati fantastici, felice che abbiano creduto in me”

Seconda vittoria ieri per Ivan Ramiro Sosa alla Vuelta a Burgos. Non solo di tappa, visto che aveva già conquistato la terza frazione in questa edizione, ma anche di classifica generale, in quanto il corridore della Ineos è andato a vincere la graduatoria finale della breve corsa a tappe spagnola per il secondo anno consecutivo. Per l’ennesimo talento del ciclismo colombiano, ex Androni-Sidermec, si tratta della quarta affermazione stagionale, la decima di una carriera che si prospetta fulgida per uno dei tanti giovani fenomeni della formazione britannica. Formazione che il 21enne non ha mancato di ringraziare durante la consueta intervista post tappa.

“Negli ultimi chilometri, la squadra mi ha aiutato davvero tanto, sono andati a tutto gas, è stato fantastico”, ha dichiarato Sosa, che ha spiegato che sulla salita finale non si sentiva al cento per cento: “Mentre ci stavamo avvicinando all’ultimo chilometro, ero un po’ al limite, così ho cercato di accelerare per riprendere Rui Costa, che stava andando forte. E poi sono riuscito ad attaccare di nuovo. Sono felice che la squadra abbia creduto in me, questo è un grande risultato. Sono veramente entusiasta di questa vittoria”, ha concluso il giovane scalatore.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.