Vini Zabù, Matteo De Bonis si è assunto “la completa e personale responsabilità” della sua positività

Matteo De Bonis si assume completamente la responsabilità della sua positività all’EPO. Il corridore della Vini Zabù, risultato positivo ieri, ha incontrato oggi il team (dopo che i NAS hanno perquisito le abitazioni di 22 persone) e si è assunto “la completa e personale responsabilità dell’accaduto”, come fa sapere la formazione italiana in un comunicato. Le dichiarazioni del corridore sono state già inviate all’autorità competenti, con la formazione di Luca Scinto e Angelo Citracca che si dice fiduciosa riguardo agli sviluppi della vicenda, che intanto però mette a rischio la partecipazione al Giro (il corridore è invece già stato sospeso).

Di seguito il testo integrale del comunicato: “Nel pomeriggio di oggi si è svolto come previsto l’incontro tra il management del team Vini Zabù e Matteo De Bonis che si è presentato nella sede di San Baronto accompagnato dal padre e dal suo legale. Durante l’incontro Matteo De Bonis si è dimostrato disponibile a collaborare fornendo la propria versione dei fatti e prendendosi la completa e personale responsabilità per quanto accaduto. Il corridore di Gaeta, già sospeso dal team, ha rilasciato una dichiarazione nella quale ha fornito informazioni specifiche e dettagliate riguardo al fatto contestato, inclusi contatti e modalità di utilizzo dei prodotti incriminati.La Vini Zabù si è attivata prontamente per fornire questa dichiarazione alle autorità competenti ed è fiduciosa riguardo allo sviluppo della vicenda”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *