© Sirotti

Tour de l’Ain 2020, brutta caduta per Jan Hirt: verrà valutato in vista del Delfinato

Jan Hirt è stato vittima di una caduta durante la terza tappa del Tour de l’Ain 2020. Nonostante l’incidente, il corridore della CCC è comunque riuscito a tagliare il traguardo con circa 8 minuti e mezzo di ritardo dal vincitore Primoz Roglic. Il corridore ceco, che nell’impatto ha riportato la rottura di alcuni denti e una contusione ad un polso, verrà sottoposto a controlli nelle prossime ore per scongiurare possibili fratture. Solo a quel punto si saprà se potrà essere al via del Giro del Delfinato, in programma dal 12 al 16 agosto.

“Sfortunatamente, Jan Hirt è caduto dopo circa 60 chilometri. Ha rotto alcuni denti ed è atterrato sul polso, quindi lo controlleremo nelle prossime 24 ore per assicurarci che non sia niente di grave – le parole del direttore sportivo Steve Bauer – Jan ha fatto un ottimo lavoro per contrattacare e rimanere con il gruppo degli uomini di classifica fino all’ultima salita. Ha dimostrato di essere in ottima forma negli ultimi tre giorni in quella che è stata la sua prima gara, quindi si spera che possa continuare con il suo programma e partecipare al Giro del Delfinato”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *