© PhotoBettini

GP Beghelli 2018, Mollema colpisce ancora in Italia: “Sono arrivato in forma agli ultimi appuntamenti”

Numero di alta scuola di Bauke Mollema nel GP Beghelli 2018. Partito con il ruolo di seconda punta di una Trek-Segafredo forte anche della presenza di Mads Pedersen, il neerlandese ha centrato il successo con un attacco portato negli ultimi 2000 chilometri, quando è riuscito a fare la differenza sugli altri contrattaccanti che si erano avvantaggiati con lui lungo le rampe dello Zappolino. Accreditato di una buona condizione dopo una Vuelta a España in cui ha spesso cercato, senza successo, la vittoria di tappa e reduce da un Mondiale chiuso al 12° posto, il 31enne di Groningen è riuscito a resistere al tentativo di rimonta del gruppo tagliando il traguardo a braccia levate e ottenendo così la seconda affermazione nel 2018 dopo quella nella seconda tappa della Settimana Internazionale Coppi & Bartali.

“Sono veramente felice – ha dichiarato a caldo – mi sono presentato bene a queste classiche di fine stagione. La gara è stata molto dura, con Michael Gogl e Toms Skujins abbiamo provato ad attaccare e ci ho riprovato negli ultimi chilometri. Sono contento per il nostro sponsor Segafredo che è di queste parti. Prima della gara era Pedersen il nostro leader, ma stavamo tutti molto bene e ci abbiamo provato noi tre. Abbiamo corso in attacco sfruttando la buona condizione generale, dovevamo muoverci e quando ho provato ho dato fondo a tutte le mie energie”. La stagione di Mollema proseguirà in Italia con l’appuntamento de Il Lombardia 2018: “Mercoledì, intanto, correrò la Milano-Torino. È veramente bello finire la stagione con gare simili e centrare una bella vittoria”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 12ª tappa del Giro 2019 e vinci 78€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.