© LaPresse

Alpecin-Fenix, Mathieu van der Poel: “La Roubaix sarà il momento clou della mia primavera. Mi piacerebbe correre la Strade Bianche”

Mathieu van der Poel spiega le scelte del suo programma suo strada. Il neerlandese comincerà la sua stagione con lo UAE Tour, che a suo avviso, rispetto al weekend di apertura delle classiche in Belgio è una corsa più congeniale alla preparazione a quelli che saranno i veri obiettivi della prima parte della sua stagione, ovvero Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix. Sulla scelta ancora da prendere tra Parigi-Nizza e Tirreno-Adriatico, invece, il portacolori della Alpecin-Fenix ha ammesso che nella scelta inciderà tanto la decisione di correre o meno la Strade Bianche.

Penso che l’UAE Tour sia una preparazione migliore per i miei obiettivi rispetto al weekend d’apertura – ha commentato ai microfoni di Sporza – Scegliendo la Parigi-Nizza non potrei fare la Strade Bianche? Non ci ho ancora pensato, dovremo comunque riguardare tutto. Mi piacerebbe molto correre la Strade Bianche. Il resto del mio programma sarà lo stesso di sempre, l’obiettivo principale sono le due Monumento: Giro delle Fiandre (che ha già conquistato nel 2020 – ndr) e Parigi-Roubaix. L’inferno del nord dovrebbe essere il momento clou della mia primavera”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.