4 giorni di Dunkerque 2017, assolo di Petit

Adrien Petit chiude la 4 Giorni di Dunkerque 2017. Il corridore in forza alla Direct Energie ha culminato con la vittoria la fuga del quale è stato partecipe sin dai primissimi chilometri di corsa, conquistando la sua prima affermazione stagionale. Dietro di lui si piazza la coppia formata dal neerlandese Berden De Vries (Roompot – Nederlandse Loterij) e dal francese Julien Duval (Ag2r La Mondiale), entrambi compagni di fuga del vincitore. Magra consolazione per Niccolò Bonifazio, che si deve accontentare ancora una volta di regolare il gruppo principale, cogliendo il quarto posto a 37 secondi da Petit. Non cambia il leader della classifica generale Clement Venturini (Cofidis), che può così festeggiare il successo nella corsa a tappe transalpina.

La fuga prende piede durante i primissimi chilometri della frazione odierna e riesce a prendere subito il largo, grazie al lasciapassare del gruppo e ad un’ottima collaborazione fra i dieci di testa. A comporre il tentativo del giorno gli italiani Iuri Filosi (Nippo – Vini Fantini) e Danilo Napolitano (Wanty – Groupe Gobert), dai francesi Adrien Petit e Romain Cardis (Direct Energie), Julien Duval (Ag2r La Mondiale), Benoit Jarrier (Fortuneo – Vital Concept), Nicolas Baldo (Hp – Btp – Auber 93) e Quentin Pacher (Delko – Marseille Provence – KTM), dallo svizzero Lukas Spengler (WB Veranclassic – AquaProject) e dall’olandese Berden De Vries (Roompot – Nederlandse Loterije), i quali raggiungono un vantaggio massimo di 3’20” a 80 chilometri dalla conclusione.

Il distacco viene tenuto sotto controllo dal gruppo, ma gli uomini di testa, grazie ad una collaborazione serrata, riescono a far fronte al ritorno del plotone, che marcia sotto il ritmo dettato da FDJ, Lotto – Soudal e Cofidis su tutte. Da segnalare una caduta avvenuta nelle prime posizioni del gruppo inseguitore, a 50 chilometri dal traguardo, con un gatto che ha attraversato la carreggiata al momento sbagliato. Un episodio che ha coinvolto in primis Jimmy Turgis (Cofidis).

Il vantaggio dei 10 scende sotto il minuto ai meno 20 dalla conclusione, ma i fuggitivi tengono ancora il coltello fra i denti e danno filo da torcere al gruppo. L’assottigliamento del margine sul gruppo spinge Petit, De Vries e Duval a cercare di resistere da soli, così i tre si avvantaggiano sugli altri compagni di avventura: grazie ad una rinnovata lucidità e ad un buon accordo, riportano il vantaggio sopra al minuto. A quattro chilometri dal termine sale in cattedra Adrien Petit che, grazie ad un allungo, crea un gap tra di lui e la coppia al suo inseguimento.

Il transalpino allarga il margine portandolo sino ai 15 secondi che gli hanno concesso di tagliare il traguardo di Dunkerque in solitaria e di gustarsi la spettacolare affermazione. I tre non impensierivano alla partenza di Coudekerque la leadership di Clement Venturini, che conquista così la classifica generale della corsa davanti a Sander Armée (Lotto – Soudal) e Oliver Naesen (Ag2r La Mondiale).

ORDINE D’ARRIVO

1Adrien PETITFRADEN273:34:14
2Berden DE VRIESNEDRNL28+15
3Julien DUVALFRAALM27+18
4NICCOLO’ BONIFAZIOITATBM24+37
5Kenny DEHAESBELWGG33+37
6Coen VERMELTFOORTNEDRNL29+37
7Raymond KREDERNEDRNL28+37
8Emiel VERMEULENBELRLM24+37
9Kevin ISTABELWVA33+37
10Bert VAN LERBERGHEBELSVB25+37

CLASSIFICA GENERALE

1Clement VENTURINIFRACOF2424:57:13
2Sander ARMEEBELLTS32+2
3Oliver NAESENBELALM27+7
4Ignatas KONOVALOVASLTUFDJ32+21
5Sylvain CHAVANELFRADEN38+31
6Mauro FINETTOITADMP32+42
7Florian SENECHALFRACOF24+1:19
8Iuri FILOSIITANIP25+1:26
9Pim LIGTHARTNEDRNL29+1:29
10Laurent PICHONFRAFVC31+1:42
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.