Giro d’Italia 2017, Thomas non ci sta: “Cose come queste non possono succedere, è ridicolo”

Grande amarezza per Geraint Thomas al termine della nona tappa del Giro d’Italia 2017. Clamorosamente finito a terra a causa della presenza di una moto nella carreggiata, il gallese ha pagato caro questo incidente, tagliando il traguardo con oltre cinque minuti di ritardo. Rimasto a lungo a terra dolorante, tenendosi la spalla, il capitano del Team Sky ha ritrovato un buon ritmo nella salita, riuscendo in qualche modo a limitare i danni, ma ormai gran parte del ritardo era stato già accumulato.

Cose come queste non possono succedere, è ridicolo – commenta deluso dopo il traguardo – Sono davvero dispiaciuto, non so bene cosa dire, siamo caduti e ho battuto la spalla… Andavamo tranquilli, poi all’improvviso un corridore è caduto e siamo finiti tutti a terra”.

A questo punto ambizioni di alta classifica per lui ormai escluse. Bisognerà capire le sue condizioni, dopo che i medici di gara gli hanno sistemato manualmente una spalla dislocata, e che conseguenze potranno avere sulle prossime giornate. “In salita siamo andati con un buon passo, ma ormai era tardi – ammette – Mi sento bene, ma a questo punto penso sia finita”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.