Deceuninck-Quickstep, confermato l’arrivo di Stijn Steels. Insieme a lui anche Bert Van Lerberghe

Due nuovi acquisti per la Deceuninck-QuickStep per la stagione 2020. La squadra più vincente del panorama internazionale ha annunciato infatti l’arrivo di Bert Van Lerberghe, ventiseienne belga della Cofidis, e di Stijn Steels (Roompot-Charles), ventinovenne anch’egli belga, che nei giorni scorsi era già stato dato come molto vicino all’approdo al Wolfpack. Solidi gregari, entrambi hanno firmato un contratto valido per le prossime due stagioni e certamente avranno il compito di supportare i capitani del team nelle classiche del Nord e negli arrivi allo sprint. Per entrambi sarà anche il debutto assoluto in una formazione WorldTour.

Il ventinovenne Steels si è detto molto eccitato dall’approdo nello squadrone belga: “Sin da bambino andavo in bici con la maglietta di questo team per cui arrivare qui è un sogno. Ritroverò Tim Declercq e Yves Lampaert, che sono i miei migliori amici. Ci conosciamo da 15 anni, quindi sarà molto divertente e spettacolare essere nella stessa squadra, così come lavorare con mio zio Tom (direttore sportivo, ndr) a cui sono molto legato”.

Ovviamente grande la soddisfazione anche per Van Lerberghe: “Sono molto felice di unirmi alla Deceuninck-Quickstep. È una delle migliori squadre del mondo e penso di poter aiutare i ragazzi negli sprint e forse anche nelle classiche. Sento che posso migliorare molto, l’anno scorso non è stato il migliore per me dopo aver avuto un virus durante le classiche, ma ora sento che posso andare avanti e aiutare i ragazzi. Sono un ottimo ultimo uomo e so che mi sto unendo a una squadra che ha avuto e continua ad avere alcuni dei migliori treni per le volate. Spero di poter continuare a crescere e aiutare i ragazzi”.

Anche il boss della Deceuninck-Quickstep, Patrick Lefevere, ha espresso soddisfazione nel dare il benvenuto ai due nuovi acquisti: “È una grande notizia. Una delle sfide nel mio ruolo è di mantenere la squadra ad alto livello pur rinnovandola molto e credo che entrambi i ragazzi siano scelte giuste. Stijn non è ancora noto al grande pubblico ma può ricoprire un ruolo simile a quello di Tim Declercq, in quanto può essere di grande aiuto nelle corse WorldTour e si spera che possa mostrare ciò di cui è capace. Ha l’età giusta per venire da noi. Bert può essere molto utile a supporto di Fabio (Jakobsen, ndr) e Alvaro (Hodeg, ndr) nel treno; in passato non è riuscito ad esprimersi al massimo del potenziale, ma siamo convinti che qui possa riuscirci”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.