© Total Direct Energie

CicloMercato 2022: Gaudin, Johnston, Iribar, Raim, Koretzky, Sabatini, J.Sagan, Viviani

L’estate è finita ormai, ma il CicloMercato 2022 è ancora caldo. Annunci, rumor e smentite sono infatti ancora all’ordine del giorno, anche in questi giorni che gli occhi sono in gran parte focalizzati sui Mondiali nelle Fiandre 2021. Arrivi ufficializzati oggi sono quelli di Mikhel Raim e Callum Johnston, che firmano rispettivamente per la Burgos – BH e per la Caja Rural. Per il corridore estone si tratta di un ritorno al professionismo dopo aver corso quest’anno a livello continental con la HRE Mazowsze Serce Polski dopo cinque anni alla Israel Academy. Velocista completo, potrà essere una pedina preziosa per il team spagnolo. Il giovane britannico firma invece il suo primo contratto da professionista, venendo promosso dal vivaio della squadra, 35° a seguire questo percorso e addirittura il 115° a passare professionista dalla formazione giovanile le corso della sua storia. Sempre dalla Spagna arriva anche l’ufficialità di Unai Iribar alla Euskaltel-Euskadi, con il giovane basco attualmente già stagista con il team che è il primo innesto per la prossima stagione della storica squadra spagnola.

Non conoscono invece il proprio destino ancora Damien Gaudin e Juraj Sagan. Il primo sembra essere attualmente in uscita dalla TotalEnergies, come spiega lui stesso a Ouest France, con la quale corre da quattro anni e nella quale rappresentava uno degli uomini di riferimento per le classiche del nord, un reparto che in squadra si è ovviamente molto rinnovato con l’arrivo di Peter Sagan. Fa discutere invece l’arrivo del fratello, che non era stato annunciato al momento dell’ufficialità del trasferimento del tre volte iridato, assieme al quale si muovono Maciej Bodnar e Daniel Oss. Juraj aveva successivamente confermato che anche lui era nel gruppo del “fratellino”, ma in questi giorni ci ha pensato il team manager Jean-René Bernaudeau a spiegare a CyclismActu che non fa parte dell’accordo.

Sempre sul portale transalpino è un altro dirigente a parlare, Cedric Vasseur, rivelando di voler convincere Elia Viviani a restare. I bei risultati di questa estate hanno convinto la squadra a puntare ancora sul proprio velocista di riferimento, attorno al quale hanno costruito un team due anni fa, ora rafforzato da altri ulteriori arrivi e rinforzato anche dall’esperienza. Il veronese si troverebbe così supportato da Davide Cimolai, Simone Consonni e dal fratello Attilio Viviani, mentre rischia di non esserci più posto per Fabio Sabatini.

Intanto, sembrano esserci problemi per il già annunciato trasferimento di Victor Koretzky alla B&B Hotels p/b KTM. Il francese era pronto al salto su strada, nel solco di una multidisciplinarietà che sta dando molte soddisfazioni, ma il Team KMC Orbea, la sua attuale squadra di MTB ha risposto facendo notare che esiste un contratto in essere valido sino al 31 dicembre 2022. I due potrebbero coesistere, ma gli interessi delle due squadre potrebbero essere diversi. Se dal canto suo il team manager Jérome Pineau a fatto sapere a Le Telegramme di “non essere preoccupato” e che “tra persone intelligenti una soluzione si troverà”, intanto tutte le comunicazioni riguardo l’arrivo del corridore sono sparite… Affaire a suivre direbbero Oltralpe.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

2 commenti

  1. Diego Rosa continuerà a correre?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.