© Androni - Sidermec

CicloMercato 2021: Astana, Androni, Burgos, Cerny, Claeys, Hansen, Mareczko, Movistar, Perry, Testfatsion

Sono settimane molto intense per il CicloMercato 2021. Se solitamente in questo periodo dell’anno la maggior parte delle squadra hanno buona parte del proprio organico definito, quest’anno la situazione è diversa e sono ancora molte le trattative in corso. Ad ogni livello le squadra stanno dunque finalizzando le rose 2021, con alcune squadre per il momento ancora molto discrete, ma non per questo necessariamente ferme nel dietro le quinte. Tra queste la Astana, che oggi ha annunciato l’arrivo di un secondo name sponsor (per la prima volta in 15 anni di esistenza), potendo così ora riprendere il discorso a livello di corridori.

Molte infatti le manovre associate in queste settimane al team kazako, sia a livello di staff che di corridori. Un forte ricambio atteso a tutti i livelli nella formazione di Alexandre Vinokourov, con l’anima kazaka che potrebbe subire dei forti ridimensionamenti, con anche Alexey Lutsenko ancora in bilico. Tra i numerosi arrivi di cui si parla in queste settimane quelli degli azzurri Samuele Battistella e Matteo Sobrero, ma bisognerà ora vedere se la conferma della NTT Pro Cycling porterà all’interruzione delle trattative (discorso simile per quella con Stefan De Bod, che era stato accostato recentemente al team). Intanto, con il nuovo sponsor canadese si guarda anche ad altri mercati, partendo proprio da quello nordamericano. Sarebbe così in arrivo dalla Israel Cycling Academy, vivaio continental del team WorldTour israeliano, il 26enne Ben Perry, che era stato parcheggiato nel team minore dopo tre stagioni a livello professional. Ci si aspettano comunque anche un buon numero di rinnovi ora che la situazione si è stabilizzata.

Una direzione che hanno preso oggi anche in casa Mitchelton – Scott, annunciando la conferma dei sette corridori australiani ancora senza contratto per la prossima stagione, ma anche alla Movistar, che ha voluto giocare di anticipo. Malgrado avessero ancora un anno di contratto con il team, hanno infatti siglato un nuovo accordo Johan Jacobs e Matteo Jorgenson, quest’anno esordienti nella massima divisione proprio con la maglia della formazione spagnola, con la quale hanno firmato un rinnovo sino al termine del 2023.

Tre nuove firme invece in casa Burgos – BH, che ha confermato tre preziosi corridori da fughe come Jetse Bol, Diego Rubio e Willie Smit. Elementi tra i più in vista del team per le loro caratteristiche offensive, confermate in gran parte anche alla recente Vuelta a España, ma non solo, rappresentano bene l’anima di una squadra che non ha un capitano unico, ma molti elementi che provano a tenere alta la bandiere del team giocando d’attacco.

In tema di formazioni offensive, la Androni – Sidermec ha a sua volta trovato da poco la stabilità grazie al rinnovo del suo main sponsor. Un importante accordo che ha fatto da preludio all’ufficializzazione dell’arrivo di Eduardo Sepulveda, ma non solo. Gianni Savio ha infatti anticipato che nei prossimi giorni annuncerà la firma di tre giovani corridori, tra i quali ci dovrebbe essere un giovane colombiano di talento e potrebbe esserci, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, anche, a conferma della grande multiculturalità del team, l’eritreo Natnael Testfatsion. Classe 1999, si tratta di uno dei talenti più interessanti del nuovo movimento africano, essendosi messo in mostra nelle corse più importanti del continente. Quinto lo scorso anno al Tour de l’Espoir, quest’anno ha conquistato il Tour du Rwanda e ha chiuso in seconda posizione la Tropicale Amissa Bongo, vincendo una tappa in entrambe le occasioni. Dopo aver corso due anni a livello continental con la Dimension Data / NTT, facendo così anche una buona esperienza nel nostro paese, potrebbe ora essere pronto a compiere un passo avanti.

In questo periodo bisogna tuttavia anche fare i conti con coloro che rischiano di restare a piedi o di dover fare uno (o più) passi indietro. Tra questi Jesper Hansen, che ormai appare certo che non riceverà un rinnovo da parte della Cofidis. Al momento il danese non ha ancora un contratto per la prossima stagione, anche se spera ancora di poter restare nella massima divisione, oppure di poter firmare con la professional di casa, la Riwal Readynez, che tuttavia è ancora incerta di essere in gruppo il prossimo anno. Situazione abbastanza simile per il compagno di squadra Dimitri Claeys, che a 33 anni rischia di dover prendere una decisione difficile, considerando anche che difficilmente chi firma a quella età per una formazione continental riesce poi a risalire.

Con la chiusura della CCC anche Josef Cerny è in cerca di soluzioni e tra le opzioni si parla della Gazprom – Rusvelo, mentre per Jakub Mareczko la soluzione Eolo – Kometa, che nel frattempo oggi ha annunciato altri tre azzurri, appare ormai saltata. Per lui potrebbe esserci eventualmente un ritorno alla Vini Zabù Brado KTM, ma è uno scenario che dovrà anche essere valutato in base alla disponibilità economica di una squadra che sta puntando a Fabio Aru.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.