© FCI

Bahrain-McLaren, ufficiali gli arrivi di Gino Mäder e Jonathan Milan

La Bahrain – McLaren conferma due arrivi. Da tempo anticipati, sono oggi ufficiali gli arrivi di Gino Mäder e Jonathan Milan. Lo svizzero era tra coloro che avevano cercato una nuova soluzione per sopperire a quella che sembrava l’imminente chiusura della NTT Pro Cycling, con la formazione emiratina che da settimane era data come approdo, prima che il progetto Qhubeka – Assos (che ieri ha chiuso l’organico senza di lui) si concretizzasse. Professionista dal 2019, il corridore elvetico ha mostrato quest’anno le sue grandi qualità, correndo soprattutto una Vuelta a España di alto livello, nella quale ha dimostrato di poter essere elemento importante in salita.

L’azzurro ha invece firmato il suo primo contratto da professionista, dopo essere cresciuto nelle fila del CT Friuli, squadra che si conferma fucina di validi prospetti per il futuro. Possente pistard, nell’anno che verrà vivrà una stagione soprattutto incentrata sui Giochi di Tokyo, ma avrà comunque la possibilità di proseguire la sua crescita anche su strada, con attenzione in particolare alle cronometro, specialità nella quale si è laureato campione italiano U23.

Con l’arrivo di Jack Haig annunciato nelle scorse settimane, sono così tre i corridori in entrata in questa sessione di CicloMercato 2021 del team emiratino, che  – di contro – ha visto partire Enrico Battaglin (Bardiani), Mark Cavendish (Deceuninck) e Ivan Garcia Cortina (Movistar). Resta invece al momento ancora in attesa di conferme il futuro di Grega Bole e Luka Pibernik, il cui contratto scadrà al termine dell’anno e dei quali il team non ha ancora annunciato rinnovo o partenza.

“Passare professionista è un sogno che diventa realtà – commenta il ventenne friulano – Onestamente, non pensavo sarebbe successo così presto. Sono grato alla dirigenza per la fiducia in me e per consentirmi di fare questo passo avanti nella mia carriera. Sono lieto di aver scelto questa squadra. Credo di aver preso la decisione giusta per il supporto che continuerò ad avere su pista, che è stata una delle ragioni principali di questa mia scelta. La squadra ha anche fissato degli obiettivi su pista e questo è molto importante per me. Nel 2021 il mio primo obiettivo saranno gli Europei su Pista, poi il più grande sarà Tokyo. Ma, prima di tutto, non vedo l’ora di cominciare ad allenarmi e incontrare i miei nuovi compagni al primo ritiro”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.