Doping tecnologico, nessun caso in Italia nel 2019 – l’UCI ringrazia

Nessun caso di doping tecnologico in Italia nel 2019. Il presidente dell’UCI, David Lappartient ha scritto alla federazione italiana per ringraziare per la collaborazione nella lotta alla frode tecnologica, ovvero supporti elettronici a sostegno della pedalata. In Italia nel 2019 sono stati effettuati, tra UCI e FCI, 4400 controlli distribuiti in 21 manifestazioni internazionali più le cinque gare del World Tour che si disputano entro i confini dello stivale (Strade Bianche, Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, Giro d’Italia e Lombardia) su un totale di 2381 biciclette, nessuna delle quali è risultata alterata, dimostrando dunque l’efficacia dell’azione deterrente dei controlli.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.