Coronavirus, la FCI chiede, ma il ministro dello Sport ribadisce: ancora niente allenamenti in strada, neanche per i professionisti

Ancora niente allenamento sulle strade per i professionisti italiani. La conferma è arrivata ieri dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, che nel pomeriggio ha tenuto una conference call con il presidente della Federciclismo Renato di Rocco e con il segretario generale Paolo Pavoni. Tra i molteplici obiettivi di questo incontro durato circa sessanta minuti c’era la necessità da parte delle istituzioni ciclistiche di spiegare i problemi che la crisi legata al coronavirus ha generato, sta generando e genererà nel nostro movimento, a tutti i livelli. Oltre a questi aspetti più tecnici, ai quali il Ministro non ha potuto chiaramente ancora dare risposte pur assicurando l’impegno del Governo a sostenere l’attività, a partire dalle sue basi dilettantistiche, anche la formalizzazione della richiesta, anticipata nei giorni scorsi, “di autorizzare l’allenamento per gli atleti professionisti, donne e fuoristrada di alto livello”.

Per il momento la risposta del ministro è stata tuttavia negativa, visto che Spadafora “ha invitato ad avere pazienza invitando tutti i tesserati a rimanere a casa ancora per il mese di aprile“. Nessuna deroga dunque per i nostri sportivi alle ultime disposizioni, che stabilivano l’impossibilità per gli atleti di allenarsi, neanche in impianti a porte chiuse, mentre in strada la possibilità di fare attività è limitata alle prossimità delle proprie abitazioni.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.