Ciclocross, Eli ISerbyt: “Nessuno sa quello che può fare Mathieu van der Poel”

Ely Iserbyt non riesce ad individuare i punti deboli di Mathieu van der Poel. Il classe ’97 specialista del ciclocross non è riuscito ancora a capire come fare per battere il campione del mondo della specialità (e quindi potrebbe essere un bene per lui che il prossimo anno il corridore della Alpecin – Fenix si concentrerà di più sulla strada). Il belga ha dichiarato di essere riuscito a capire come mettere in difficoltà tutti i suoi avversari, tranne il neerlandese, che al momento sembra essere pressoché imbattibile in tutti i punti.

So gli altri corridori cosa possono e non possono fare, ma nessuno sa nulla di quello che può fare Mathieu – ha rivelato a Wielerlifts – È veramente difficile trovare un punto in cui poterlo battere. Agli Europei ero poco dietro di lui, ma da qui a staccarlo c’è ancora una grande differenza. Dovrò diventare ancora più forte in futuro per poterci pensare”.

Come aveva dichiarato Wout van Aert, anche Iserbyt si dice stimolato dalla presenza di van der Poel: “Lo vedo come un avversario, attraverso il quale posso migliorare e che mi da quella motivazione per dare ancora di più e arrivare esausto alla fine di un allenamento. Quindi per me ora è solo un vantaggio. Ma forse tra due o tre anni inizierò a imprecare quando ci sarà anche lui”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.