Il giovane Edo Maas non molla e pubblica un video dei suoi progressi nella riabilitazione

Qualche mese fa, sulle strade d’Italia, la vita del giovane Edo Maas aveva subìto un colpo devastante. Un’automobile entrata sul percorso del Piccolo Giro di Lombardia gli aveva tagliato la strada mentre lui era in discesa, lanciato all’inseguimento del gruppo dei migliori. Il gravissimo incidente aveva costretto il neerlandese della squadra giovanile del Team Sunweb ad ascoltare un verdetto tremendo da parte dei medici: la lesione del midollo spinale non gli avrebbe più permesso di camminare. Lui, 19 anni, però ha subito fatto vedere di un’altra pasta, dedicandosi con forza e impegno al processo di riabilitazione.

Così, ecco Maas pubblicare un video in cui cammina, con l’ausilio di due stampelle e, soprattutto, di un’attrezzatura bionica. Le immagini arrivano dal profilo Instagram del corridore. Al ragazzo dei Paesi Bassi di certo non manca lo spirito, visto che l’unica “didascalia” al video è un tag d’eccezione, ovvero quello a Usain Bolt, il giamaicano che per anni è stato l’uomo più veloce del mondo, a piedi.

Visualizza questo post su Instagram

@usainbolt

Un post condiviso da EDO MAAS (@edo.maas) in data:

Edo Maas qualche settimana fa aveva ripercorso quanto successo in quel giorno di ottobre e  aveva detto di “non volere una nuova vita inferiore alla sua vecchia vita”. La sua nuova vita è probabilmente iniziata lunedì 13 gennaio 2020, a poco più di tre mesi dall’incidente sulle strade di Lombardia. Sono i primi “nuovi” passi di un ragazzo che di arrendersi proprio non ne vuole sapere.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Un commento

  1. Forza ragazzo,mantieni viva la “speranza”anche in tutti noi.C’è tanto bisogno di vederti in piedi!

    Ciao Gianfranco Di Pretoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.