Campionati Italiani 2017, Cassani individua i favoriti e fa i nomi per Europeo e Mondiale

Davide Cassani individua i protagonisti dell’imminente Campionato Italiano 2017. In programma domenica 25 giugno il Piemonte Tricolore propone “un percorso impegnativo, quindi per uomini di fondo”. In virtù di quanto mostrato nelle corse più recenti, dal Giro del Delfinato al Giro di Svizzera, passando per la Route du Sud e le altre numerose prove recenti, il commissario tecnico propone i suoi nomi per prova in linea che permetterà al vincitore di indossare la maglia tricolore per i prossimi dodici mesi.

“Mi aspetto Gianni Moscon, che è stato bravo in Francia alla Route du Sud, e Damiano Caruso, che è andato forte al Giro di Svizzera – analizza il CT alla Gazzetta dello Sport – Lo stesso vale per Domenico Pozzovivo. Mi aspetto una gran bella corsa anche da parte di Valerio Conti. E pure Fabio Aru potrebbe sfruttare la salita. Per Fabio quello di domenica sarà un bel banco di prova in vista del Tour. Vincenzo Nibali (che dal 10 al 22 luglio sarà in ritiro a Passo San Pellegrino, ndr) non ha più corso dopo il Giro, ma in una corsa di un giorno potrebbe dire la sua. Diego Ulissi, che correrà il Tour, ha fatto bene al Delfinato e potrebbe essere protagonista. Giovanni Visconti di tricolori ne ha già vinti e Mattia Cattaneo quest’anno sta andando particolarmente bene.

L’ex commentatore RAI propone i suoi nomi anche per la prova a cronometro, in programma vernerdì 23 giugno. “Daniele Bennati va forte in questa specialità, Gianni Moscon ha fatto bene già lo scorso anno. Filippo Ganna? Perché no… Ma non bisogna mettergli troppa pressione. Già andrebbe bene un buon piazzamento. Poi bisogna vedere in che condizioni si presenteranno Dario Cataldo e Manuel Quinziato, che è campione uscente”.

Il coordinatore azzurro intanto annuncia anche le sue intenzioni per il calendario internazionale, dagli Europei al Mondiale. Per la rassegna continentale di Herning 2017, “un percorso pianeggiante, per velocisti”, l’uomo di riferimento sarà Elia Viviani. “Sarà la nostra punta e per aiutarlo faremo anche il Giro d’Austria (2­8 luglio, ndr) con la Nazionale”. Stavolta nessuna sperimentazione con giovani under23, ma una selezione costruita per fare bene, composta soprattutto da corridori appartenenti alle squadre Professional, “gente come Ballerini, Filosi, Albanese…“.

Il veronese sembra invece escluso per Bergen 2017. “Il problema di Elia è che non fa le grandi gare a tappe – commenta al riguardo, mettendo il dito nella piaga – Non ha fatto il Giro, non farà il Tour e forse neppure la Vuelta”. Si punterà dunque presumibilmente, “per quello che ha fatto vedere finora e per il programma che farà”, su Sonny Colbrelli, corridore perfetto per “un percorso non durissimo, ma neppure per velocisti puri”, come lo definisce il CT al quotidiano rosa. Al fianco del corridore della Bahrain – Merida altri due elementi che in questa stagione hanno mostrato di poter fare molto bene, anche al cospetto dell’élite mondiale, come Fabio Felline e Gianni Moscon, corridori completi che “potrebbero essere importanti” a loro volta su un percorso misto.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.