© Bahrain - Merida

Tirreno-Adriatico 2019, voci alla partenza della seconda tappa: Nibali, Pinot, Sagan, Van Avermaet, Visconti

Sono in molti a volerci provare nella seconda tappa della Tirreno – Adriatico 2019. La frazione con conclusione a Pomarance stuzzica gli appetiti di molti corridori con il suo finale ascendente, unico di questa edizione. La tappa nel complesso non è durissima, così come l’arrivo non è proibitivo, aprendo la giornata odierna ad un ventaglio di favoriti abbastanza ampio. Dagli scalatori ai cacciatori di classiche, ma anche agli sprinter più coriacei, oggi è un primo giorno per andare a caccia di un successo parziale, con i big della classifica che pensano anche alla possibilità di rosicchiare qualche secondo prezioso dopo che la classifica è stata fortemente definita dalla cronosquadre.

Interviste alla Partenza Seconda Tappa Tirreno – Adriatico 2019

Jakob Fulgsang (Astana): Ieri non è andata come volevamo, ma la corsa non è ancora finita. Sarà difficile ora fare classifica, ma la corsa inizia oggi. In ogni caso vedremo anche di lottare per le tappe.

Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida): La condizione è così così e oggi è una tappa molto nervosa. Magari ci sarà spazio per qualche attacco, ma è anche difficile. Penso sia molto probabile un arrivo a ranghi ridotti, mentre per fare la differenza bisognerà aspettare qualche tappa più avanti.

Thibaut Pinot (Groupama-FDJ): È una bellissima gara e siamo contenti di essere qui. Cercheremo di recuperare perché siamo ottavi dopo la cronometro e ci sono delle belle tappe per provare a recuperare il distacco.

Peter Sagan (Bora-hansgrohe): Le aspettative sono alte, vediamo in corsa durante la giornata come andrà la gara e cosa succede. Poi il finale sarà duro per tutti e si decide lì.

Greg Van Avermaet (CCC Team): Sono contento di essere qui, l’atmosfera è il pubblico sono fantastici e mi piacciono le tappe. Abbiamo una squadra forte e anche se dopo la cronosquadre di ieri non possiamo conquistare la classifica generale cercheremo di vincere qualche tappa, a partire da oggi: ci proveremo.

Giovanni Visconti (Neri-Selle Italia): Per una squadra più piccola come noi è fondamentale far bene perché questa è una vetrina importante. Per quanto mi riguarda questa gara parte da casa e spero di far bene già oggi, perché è un percorso adatto a me, anche se la condizione non è al top. In seguito, proveremo a fare qualcosa nelle tappe dei muri.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 11ª tappa del Giro 2019 e vinci 78€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.