Parigi-Roubaix 2021, la Trek Segafredo è fiduciosa nonostante la pioggia: “La gara sarà abbastanza sicura”

Nonostante la Parigi-Roubaix 2021 possa essere la prima edizione bagnata della corsa con l’acqua dal 2002, i capitani della Trek Segafredo sono certi che l’evento si svolgerà in sicurezza. Durante una conferenza stampa, ieri i due leader Jasper StuyvenMads Pedersen hanno raccontato ai giornalisti le loro sensazioni e le loro impressioni in vista della gara di domani, dove sperano di poter giocare un ruolo da protagonisti. I due, infatti, si sono dichiarati convinti dei loro mezzi e della potenzialità loro e dell’intera squadra.

Il vincitore dell’ultima Milano-Sanremo si è espresso anche sul tema pioggia: “Naturalmente sarà più pericoloso, ma il gruppo sarà un po’ più piccolo perché è così veloce. Penso che la prima parte della corsa sarà cruciale e dopo, ovviamente, vedremo molti problemi meccanici e cadute. Ma la mia idea è che sarà abbastanza sicura“.

Anche il campione del mondo 2019 fa eco alle parole del compagno di squadra: “Naturalmente è pericoloso, lo sappiamo. Non è normale correre su pietre come queste, quindi è sempre pericoloso. Ma siamo pagati per fare questo. Molti ragazzi non vogliono questo perché non amano la pioggia, ma io non la vedo più pericolosa degli altri anni“.

Il belga ha poi parlato anche della formazione che domani si presenterà ai nastri di partenza e della presenza di due capitani: “Sarebbe ottimo se nel finale ci fossimo entrambi senza aver speso troppe energie. Abbiamo uomini che possono supportarci il più a lungo e il più lontano possibile, quindi spero che staremo tutti fuori dai problemi”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *