Parigi-Nizza 2020, finale da incubo per Sam Bennett: multa per spallata a Nairo Quintana e caduta (senza fratture)

Non è andata come sperava la terza tappa della Parigi – Nizza 2020 per Sam Bennett. Una volata decisamente disastrosa per il velocista della Deceuninck – QuickStep quella di La Châtre, un’occasione per lui importante andata in fumo mentre ad imporsi è stato il sorprendente Ivan Garcia Cortina (Bahrain-McLaren). Caduto fortunatamente senza grandi conseguenze, malgrado i timori iniziali per la forte botta al polso, il campione irlandese è stato poi squalificato dalla giuria per un comportamento scorretto nei confronti di Nairo Quintana (Arkéa-Samsic). Un episodio avvenuto a quattro chilometri dalla conclusione, quando la lotta per il posizionamento era già notevole visto che tutti i big, velocisti o della generale, cercavano di tenere la testa per evitare problemi.

Oltre ai soliti contatti che possono avvenire in quel frangente, evidente è stata una spallata del possente sprinter, uscito dall’asse della sua bicicletta, nei confronti del minuto scalatore colombiano. Successivamente, secondo quanto riportano alcuni ufficiali di corsa, avrebbe fatto lo stesso con Pierre Barbier (Israel Start-Up Nation). La giuria ha dunque deciso di sanzionarlo per comportamento scorretto, infliggendogli una multa di 800 Franchi Svizzeri e la decurtazione di 40 punti dalla classifica UCI. Non mancano intanto le polemiche di alcuni che giudicano il suo comportamento molto più scorretto e pericoloso per il gruppo di quello che è costato nelle scorse settimane l’espulsione a Gianni Moscon (Team Ineos) dalla Kuurne – Bruxelles – Kuurne.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Un commento

  1. Sui giornali esiste ESCLUSIVAMENTE il calcio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.