© Sirotti

Movistar, Alejandro Valverde: “Il Tour può aiutarmi a preparare il Mondiale. Sto pensando di correre anche dopo il 2021”

Alejandro Valverde non ha intenzione di smettere di vincere. Il corridore della Movistar si prepara al meglio per la ripresa della stagione, in cui ancora una volta vuole essere protagonista. Come già ampiamente annunciato dal team, sarà alla partenza del Tour de France 2020 al fianco di Enric Mas, con l’obiettivo di aiutare il giovane a ottenere un buon piazzamento in classifica generale e, chiaramente, cercare qualche successo personale nelle frazioni più adatte alle sue caratteristiche. Dopo la Grande Boucle, lo spagnolo punterà con decisione ai mondiali di Martigny 2020, in cui sogna di conquistare la seconda maglia iridata in carriera dopo lo splendido successo a Innsbruck 2018. Poi la scelta se partecipare alle Ardenne o riposarsi in vista della Vuelta, ultimo obiettivo stagionale.

“Quest’anno sarà un Tour molto differente” ha dichiarato il 40enne in un’intervista a Ciclo21: “Per me può essere una grande preparazione per il Mondiale. Quasi non dovrò allenarmi per arrivarci bene. All’inizio, durante la quarantena, pensavo che sarebbe stato ingiusto perché c’erano Paesi che potevano allenarsi. Ora che siamo tornati ad allenarci con normalità, non credo ci saranno grosse differenze. Saremo tutti molto preparati. Se il Tour fosse stato corso 20 giorni dopo la fine del lockdown, di sicuro ci sarebbero state due velocità diverse in gruppo“.

Valverde ha poi conferamto la propria volontà di rimanere in gruppo il più a lungo possibile: “Sto pensando di allungare la mia carriera ed è qualcosa che vedo molto possibile. Sono ancora dell’idea di finire quest’anno, fare il prossimo e poi valuterò. Ho in testa l’idea di continuare ancora, mi sento in grado di dare ancora qualcosa di più al ciclismo. Per Martigny mi vedo bene, il percorso è molto duro ed esigente. Si adatta anche ai miei compagni di nazionale. Potremo giocare varie carte, dovrà decidere Momparler. Ma credo di poter lottare per vincere. Arrivare bene a classiche come la Liegi sarà difficile. Poi dovrò fare la Vuelta. Bisognerà tenere la forma per moltissimo tempo. Finirò il Tour, farò il meglio possibile ai Mondiali e poi vedrò se concentrarmi al 100% sulla Liegi o riposarmi un poco per la Vuelta“.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.