Giro di Svizzera 2022, tutti i ritiri

Non tutti i partecipanti al Giro di Svizzera 2022 riusciranno a concludere la gara. Come accade in ogni corsa a tappe, infatti, cadute, infortuni e malattie impediranno ad alcuni corridori di arrivare fino all’ultima tappa e portare così a termine la gara. In questo caso, in realtà, uno dei partecipanti è stato costretto ad abbandonare la corsa ancor prima di iniziarla: si tratta di Ben King (Human Powered Health), che nelle ore precedenti al via della prima tappa è stato colpito da un virus intestinale che non gli ha quindi permesso di essere al via da Küsnacht.

Nella seconda giornata, invece, sono due i corridori che non concludono la tappa: si tratta di Dario Cataldo (Trek-Segafredo), evidentemente ancora affaticato dal Giro d’Italia, e Leonardo Basso (Astana Qazaqstan) che pure nelle prime fasi di corsa si era inserito nella fuga di giornata, ma che è stato costretto a lasciare la gara a causa di un forte mal di schiena. Ancora un italiano costretto al ritiro nel corso della terza tappa: si tratta di Davide Villella (Cofidis), che torna a casa insieme al polacco Kamil Malecki (Lotto Soudal), coinvolto in una caduta. Quattro ritiri invece prima della quarta frazione, con Jan Maas (Team BikeExchange-Jayco), malato, Frederik Wandahl (Bora-hansgrohe) e Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl), entrambi doloranti per la caduta della giornata precedente, e Jay Vine (Alpecin-Fenix), sofferente per il caldo, che non si sono presentati al foglio firma. Sempre a causa del caldo, durante la tappa abbandona anche Thymen Arensman (Team DSM).

La quinta frazione si apre con il ritiro in blocco dei sette corridori Jumbo-Visma per la positività di alcuni membri del team al Covid-19. Per lo stesso motivo, non prendono il via della tappa Adam Yates (Ineos Grenadiers), Joey Rosskopf (Human Powered Health) e tre atleti del Team DSM, Søren Kragh AndersenCasper Pedersen e Cees Bol. Non si presentano al foglio firma neppure Michael Gogl (Alpecin-Fenix), Yevgeniy Fedorov (Astana Qazaqstan), malato, Otto Vergaerde (Trek-Segafredo), affaticato, Hermann Pernsteiner e Gino Mäder (Bahrain Victorious), entrambi colpiti da problemi gastrointestinali e disidratazione durante la notte. Durante la tappa, invece, salgono in ammiraglia a causa del forte caldo Cameron Meyer e Damien Howson (Team BikeExchange-Jayco), e anche Tom Scully (EF Education-EasyPost) non raggiunge il traguardo di Novazzano.

Ancora peggiore il bilancio della sesta tappa, che si apre con ben 30 corridori in meno a causa di numerosi ritiri di squadra come quelli di UAE Team Emirates, che inizialmente aveva annunciato solo due ritiri assieme a quattro corridori della EF Education – EasyPost , Bahrain – Victorious e Alpecin – Fenix e di altri casi di covid sparsi, tra i quali quelli di Tom Pidcock e del leader Aleksandr Vlasov. Nel corso della tappa salutano poi anche Manuele Boaro (Astana Qazaqstan), rallentato da un problema al ginocchio, Georg Zimmermann (Intermarché-Wanty-Gobert), Gonzalo Serrano (Movistar) che segue così il compagno Alex Aranburu che in mattinata aveva lasciato dopo un colpo di calore, Kyle Murphy (Human Powered Health), Maciej Bodnar (TotalEnergies) e Claudio Imhof (Svizzera), sofferente da qualche giorno.

Il covid si fa sentire anche alla partenza della settima tappa, alla quale non si presentano Marco Haller (Bora-hansgrohe) e Quentin Pacher (Groupama-FDJ), entrambi positivi. All’appello mattutino manca anche Sander Armée (Cofidis), sofferente da qualche giorno, così come Luke Rowe (Ineos Grenadiers), che parte ma sin dalla partenza si mostra affaticato e saluta nel corso della tappa. Come lui Lukas Ruegg (Svizzera) e Thomas De Gendt (Lotto Soudal), che saluta per un infortunio alla caviglia rimediato durante la frazione.

Anche l’ultimo giorno purtroppo viene intaccato dal covid, con Peter Sagan (Bora-hansgrohe) che non prende parte alla cronometro conclusiva dopo essere risultato positivo per la terza volta in 18 mesi. Non prendono inoltre parte alla cronometro Omar Fraile (Ineos Grenadiers), Daryl Impey (Israel-Premier Tech) e Lawrence Warbasse (Ag2r Citroën), mentre Ilan Van Wilder (Quick-Step Alpha Vinyl) è vittima di una brutta caduta durante la prova e non completa la crono, riducendo così a 76 il numero di corridori che hanno portato a termine la corsa.

Ritiri Giro di Svizzera 2022

Tappa 1
Ben King (Human Powered Health)

Tappa 2
Leonardo Basso (Astana Qazaqstan)
Dario Cataldo (Trek-Segafredo)

Tappa 3
Kamil Malecki (Lotto Soudal)
Davide Villella (Cofidis)

Tappa 4
Thymen Arensman (Team DSM)
Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl)
Jan Maas (Team BikeExchange-Jayco)
Jay Vine (Alpecin-Fenix)
Frederik Wandahl (Bora-hansgrohe)

Tappa 5
Cees Bol (Team DSM)
Rohan Dennis (Jumbo-Visma)
Pascal Eenkhoorn (Jumbo-Visma)
Yevgeniy Fedorov (Astana Qazaqstan)
Robert Gesink (Jumbo-Visma)
Michael Gogl (Alpecin-Fenix)
Damien Howson (Team BikeExchange-Jayco)
Søren Kragh Andersen (Team DSM)
Sepp Kuss (Jumbo-Visma)
Gino Mäder (Bahrain Victorious)
Cameron Meyer (Team BikeExchange-Jayco)
Sam Oomen (Jumbo-Visma)
Casper Pedersen (Team DSM)
Hermann Pernsteiner (Bahrain Victorious)
Timo Roosen (Jumbo-Visma)
Joey Rosskopf (Human Powered Health)
Tom Scully (EF Education-EasyPost)
Mike Teunissen (Jumbo-Visma)
Otto Vergaerde (Trek-Segafredo)
Adam Yates (Ineos Grenadiers)

Tappa 6
Thomas Pidcock (Ineos Grenadiers)
Aleksandr Vlasov (Bora-hansgrohe)
Anton Palzer (Bora-hansgrohe)
Rigoberto Urán (EF Education-EasyPost)
Stefan Bissegger (EF Education-EasyPost)
Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost)
Hugh Carthy (EF Education-EasyPost)
Simone Petilli (Intermarché-Wanty-Gobert)
Sebastian Berwick (Israel-Premier Tech)
Reto Hollenstein (Israel-Premier Tech)
Alex Aranburu (Movistar)
Louis Vervaeke (Quick-Step Alpha Vinyl)
Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo)
Stefano Oldani (Alpecin-Fenix)
Jimmy Janssens (Alpecin-Fenix)
Silvan Dillier (Alpecin-Fenix)
Xandro Meurisse (Alpecin-Fenix)
Sjoerd Bax (Alpecin-Fenix)
Rui Costa (UAE Team Emirates)
Diego Ulissi (UAE Team Emirates)
Marc Hirschi (UAE Team Emirates)
Alessandro Covi (UAE Team Emirates)
Marc Soler (UAE Team Emirates)
Joel Suter (UAE Team Emirates)
Matteo Trentin (UAE Team Emirates)
Filip Maciejuk (Bahrain Victorious)
Edoardo Zambanini (Bahrain Victorious)
Johan Price-Pejtersen (Bahrain Victorious)
Stephen Williams (Bahrain Victorious)
Yukiya Arashiro (Bahrain Victorious)
Manuele Boaro (Astana Qazaqstan)
Georg Zimmermann (Intermarché-Wanty-Gobert)
Gonzalo Serrano (Movistar)
Kyle Murphy (Human Powered Health)
Maciej Bodnar (TotalEnergies)
Claudio Imhof (Svizzera)

Tappa 7
Sander Armée (Cofidis)
Thomas De Gendt (Lotto Soudal)
Marco Haller (Bora-hansgrohe)
Quentin Pacher (Groupama-FDJ)
Luke Rowe (Ineos Grenadiers)
Lukas Ruegg (Svizzera)

Tappa 8
Omar Fraile (Ineos Grenadiers)
Daryl Impey (Israel-Premier Tech)
Peter Sagan (Bora-hansgrohe)
Ilan Van Wilder (QUick-Step Alpha Vinyl)
Lawrence Warbasse (Ag2r Citroën)

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button