Giro dei Paesi Baschi 2019, Schachmann si difende ma recrimina: “Peccato per l’incomprensione con McCarthy”

Maximilian Schachmann ha difeso le insegne del primato in classifica generale nella prima tappa in linea del Giro dei Paesi Baschi 2019. Vincitore della cronometro inaugurale di ieri, il portacolori della Bora-hansgrohe ha conquistato 4” di abbuono sui traguardi volanti di giornata e nel finale ha provato a lottare anche per il successo di tappa. Pilotato nelle prime posizioni dal compagno di squadra Jay McCarthy, però, il tedesco ha avuto un’incomprensione col compagno di squadra che si è spostato troppo presto, favorendo di fatto il contropiede di Bjorg Lambrecht (Lotto Soudal) e il conseguente allungo di Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) che ha poi vinto la tappa accorciando su di lui in classifica generale.

“Sono felice di aver difeso la maglia, ma non posso dire lo stesso per il risultato finale. Era un finale molto duro e l’Astana ha contributo a rendere ostica la tappa facendo un gran ritmo. Ero posizionato bene nel finale ma c’è stata una piccola incomprensione con Jay McCarthy nel momento in cui abbiamo lanciato lo sprint. Alla fine non mi resta che fare i complimenti ad Alaphilippe, perché non avrei comunque avuto chance di batterlo. Quella di domani sarà la tappa più lunga della corsa e dovrebbe essere leggermente diversa da quella di oggi, ma sono sicuro che sarà altrettanto dura”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.