©BettiniPhoto

E3 Harelbeke 2019, Sagan fuori gioco per un problema meccanico

Continua il digiuno di vittorie di Peter Sagan, che si protrae dallo scorso 17 gennaio. L’ex iridato della BORA-hangrohe ha pagato dazio, nel corso della giornata di ieri alla E3 Harelbeke 2019, oltre che a una forma non ancora perfetta anche alla sfortuna che non gli ha permesso di giocarsi il successo finale. Nel finale, infatti, un problema meccanico lo ha costretto a fermarsi, perdendo il treno dei favoriti e relegandolo soltanto alla 17ª posizione finale a 1’42” dal vincitore, il ceco Zdenek Stybar.

“La prima parte della gara si è svolta come avevamo previsto e pianificato – analizza a mente fredda – c’era una piccola fuga che non rappresentava una minaccia e sapevamo che dovevo stare davanti, pronto per gli attacchi. La squadra ha svolto un eccellente lavoro controllando la gara. In ogni caso, sentivo che la mia forma non ha ancora raggiunto il suo pieno potenziale e di non avere ancora recuperato completamente“.

Quindi, proprio con le fasi decisive alle porte, è arrivato anche un problema meccanico: “Dopo l’ultima zona di rifornimento, ho sentito che qualcosa aveva colpito il mio deragliatore posteriore. Non sono sicuro di cosa sia stato ma non funzionava correttamente. Ho corso per circa dieci chilometri con quel problema e quando il meccanico l’ha risolto era troppo tardi per colmare il divario rispetto al gruppo di testa“.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.