© ASO / Alex Broadway

Deceuninck-Quick-Step, Julian Alaphilippe: “La vittoria a Nizza al Tour ha dato il via alla mia stagione di successi”

Julian Alaphilippe ripercorre il primo successo del 2020, che ha dato il là a tante vittorie. Il francese aveva iniziato la seconda parte della stagione, quella successiva al lungo stop per il coronavirus, partecipando alle Strade Bianche 2020 e chiudendo secondo alla Milano-Sanremo 2020, battuto soltanto allo sprint da un ottimo Wout Van Aert. Poco brillante al Giro del Delfinato 2020, dove si è dovuto accontentare di un terzo posto di tappa a Megève, il corridore della Deceuninck-Quick-Step si è riscattato al meglio a Nizza, nella seconda tappa del Tour de France 2020, con una bellissima vittoria figlia di un attacco nel finale, che gli ha permesso di indossare di nuovo la maglia gialla. Un trampolino di lancio per un’annata che lo ha poi visto diventare campione del mondo a Imola 2020.

Il campione del mondo ha raccontato le sensazioni di quella giornata: “La vittoria nella seconda tappa del Tour de France è stata dove la mia seconda parte della stagione è realmente iniziata. Ho concluso secondo alla Milano-Sanremo, ho avuto alcune buone giornate al Giro del Delfinato e sono arrivato terzo ai campionati nazionali, ma la vittoria a Nizza mi ha dato le ali e mi ha messo sulla strada giusta per gli ultimi due mesi della stagione. L’anno scorso, quando ho visto il percorso, ero davvero emozionato e avevo già puntato quella tappa come una di quelle in cui avrei potuto cogliere un’altra vittoria al Tour de France. All’inizio del giorno ero davvero motivato, sapevo cosa dovevo e volevo fare, che era attaccare nel finale, anche ero consapevole che non sarebbe stato facile, con due salite piuttosto lunghe prima dell’ultima”.

“Andando verso la corsa, avevo messo tutte le mie speranze e aspettative in questa tappa -ha proseguito Alaphilippe – Ho scelto la parte più dura della salita per attaccare, e anche se sono stato raggiunto da altri due corridori ero molto fiducioso. Più passavano i chilometri più sapevo che una vittoria mi avrebbe portato anche la maglia gialla. Sono rimasto concentrato e ho fatto le giuste mosse nell’ultimo chilometro, anche se il plotone stava chiudendo il gap e la tensione stava salendo. È stato fantastico vincere nel primo week end del Tour de France. Per me è stata un’estate difficile, per questo appena dopo la linea sono stato assalito dalle emozioni.  Avevo bisogno di quella vittoria, una vittoria che ha finito con il giocare un ruolo importante nella mia stagione”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.