© Sirotti

Arctic Race of Norway 2019, Mathieu van der Poel dopo il secondo posto di tappa: “Mi facevano un po’ male le gambe”

Mathieu van der Poel non ha rimpianti dopo il secondo posto nella seconda tappa della Arctic Race of Norway 2019. Il corridore della Corendon-Circus ha infatti ammesso di aver pagato gli sforzi del giorno precedente, quando era riuscito ad imporsi con uno sprint regale. Inoltre, per il vincitore della Amstel Gold Race si sono fatti sentire anche gli sforzi in mountain bike e il conseguente ritorno alle corse su strada dopo ben quattro mesi di assenza. L’olandese si è poi soffermato su quello che potrà accadere nella terza tappa, a suo avviso troppo dura per le sue caratteristiche (lui stesso ha dichiarato che non farà classifica), ma non ha escluso di provare a seguire i migliori in caso di buona giornata.

“Non sono deluso- ha esordito il ventiquattrenne neerlandese nel dopo tappa- Sapevo di non essere il più veloce in gruppo dopo una tappa del genere. Penso di aver fatto uno sprint piuttosto buono. Non mi sentivo molto bene dopo la dura tappa di ieri, mi facevano un po’ male le gambe. Speriamo domani vada meglio. Per uno come me che viene dalla mountain bike la salita in programma è sicuramente migliore di una lunga scalata, ma vedremo come si comporteranno gli scalatori. Di norma dovrebbe essere un po’ troppo dura per me, ma magari se sarò in una giornata super, riuscirò a seguirli”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.